menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ambulanza

Ambulanza

Incidente Legnaro, forse suicidio Trovati a casa tre biglietti di addio

Quella che fino a ieri sera era soltanto una delle ipotesi, col passare delle ore sembra essersi concretizzata: il 36enne vittima di uno schianto mortale martedì in via da Vinci, avrebbe cercato la morte

Fino a ieri sera si trattava solo di un'ipotesi, ma col passare delle ore il sospetto che lo schianto mortale avvenuto martedì pomeriggio a Legnaro sia da attribuirsi a un suicidio ha preso sempre più corpo. Come riportano i quotidiani locali, nell'abitazione di Ponte San Nicolò dove la vittima, un 36enne originario di Rovigo, viveva con la fidanzata, sarebbero stati trovati tre biglietti d'addio. Le origini del gesto sarebbero da ricercare ancora una volta nella crisi economica, in particolare nella difficoltà della vittima di trovare un lavoro stabile.

LA DINAMICA DELL'INCIDENTE. L'impatto si è verificato subito dopo lo stop posizionato in fondo a via Galilei, nel punto in cui la strada sfocia perpendicolare a via Leonardo da Vinci. Invece di svoltare, l'auto dell'uomo è andata a schiantarsi a 100 chilometri all'ora contro il muro antistante. Sull'asfalto nessun segno di frenata, particolare che aveva fin da subito insospettito i vigili giunti sul posto per i rilievi. Inizialmente si era ipotizzato che il conducente potesse essere stato distratto dal cane e aver perso di vista la strada davanti a sé, sbarrata appunto dal muro che costeggia la ditta Nar, ma le reali cause dello schianto si stanno verificando in queste ore, e dopo il ritrovamento dei messaggi in cui Milanese avrebbe spiegato le cause del suo malessere, sempre di più sembra concretizzarsi la tesi del suicidio. Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Padova, la polizia locale di Albignasego e il Suem ma purtroppo ogni soccorso è stato inutile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento