menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nel riquadro la vittima, Noime Averion Sahagun

Nel riquadro la vittima, Noime Averion Sahagun

Un'auto si rovescia sul marciapede Donna muore: conducenti indagati

Noime Averion Sahagun, filippina di 34 anni, è deceduta dopo essere stata travolta da una vettura, ad Abano, finita sullo spazio pedonale dopo avere urtato un altro mezzo: inchiesta per omicidio colposo in concorso

Tanti fiori sul luogo del tragico incidente, avvenuto lunedì scorso, ad Abano Terme, quando Noime Averion Sahagun, filippina di 34 anni, ha perso la vita, travolta e uccisa da una Volkswagen Touran, rovesciatasi sul marciapiede, su cui la donna stava camminando, dopo avere impattato con un secondo mezzo, un New Beetle "Maggiolone". A pochi giorni di distanza dal dramma, come riportano i quotidiani locali, il pubblico ministero, Giorgio Falcone, ha iscritto sul registro degli indagati, con l'accusa di concorso in omicidio colposo, i due automobilisti.

L'INCIDENTE. Secondo la ricostruzione dei carabinieri della locale stazione, P.R. 45 anni, residente nella cittadina aponense, alla guida del "Maggiolone", potrebbe non avere rispettato l'indicazione del "dare precedenza", fermando il proprio veicolo qualche metro più in là rispetto alla linea d'arresto. A sua volta, la conducente del monovolume, R.F., 49 anni, di Cinto Euganeo, avrebbe raggiunto l'incrocio "maledetto", quello tra via Marzia e via Magarotto, sfrecciando oltre il limite consentito.

PERIZIA TECNICO DINAMICA. Una consulenza tecnica, che sarà eseguita dopo Pasqua, stabilirà con certezza le eventuali responsabilità. Intanto, il medico legale ha effettuato solo un esame esterno sul corpo della giovane vittima, che non sarà sottoposto ad autopsia, data l'evidenza delle circostanze della morte. La salma è stata affidata ai familiari per le esequie.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento