rotate-mobile
Incidenti stradali

Scontro col patron Geox, muore infermiera di 48 anni dopo due settimane di agonia

Il 12 giugno scorso lo schianto contro l'auto dell'imprenditore Mario Moretti Polegato: dopo settimane in cui era ricoverata è morta Luigina Carniato. Lascia il marito e una bimba di appena 11 anni

Si è spenta nella notte tra sabato e domenica Luigina Carniato, 48 anni, infermiera del reparto di pediatria dell'ospedale Ca' Foncello di Treviso. La donna lo scorso 12 giugno era rimasta ferita in modo grave in un incidente avvenuto lungo la Feltrina a Signoressa di Trevignano. L'auto guidata dal marito Paolo, 52 anni, e su cui viaggiava anche la loro figlioletta di 11, andò a scontrarsi frontalmente contro il fuoristrada su cui viaggiava anche l'imprenditore Mario Moretti Polegato, patron di Geox, rimasto illeso come le altre quattro persone che viaggiavano a bordo della sua jeep Lincoln Navigator. Le condizioni di Luigina Carniato erano apparse fin da subito disperate: dopo il ricovero all'ospedale di Montebellluna venne disposto immediatamente il trasferimento al Ca' Foncello di Treviso dove la 48enne venne operata d'urgenza.

DECESSO. Per due settimane Luigina ha lottato contro la vita e la morte ma le lesioni riportate erano troppo gravi. L'infermiera non si è mai risvegliata dal coma farmacologico: il decesso è avvenuto nella notte. A causare l'incidente era stato, hanno accertato gli agenti della polizia stradale di Treviso intervenuti per i rilievi, un improvviso malore da parte del marito Paolo, dipendente di Contarina e da tutti conosciuto con il nome di "Maurizio". Luigina Carniato lascia la figlioletta Clara, 11 anni, e i fratelli Luca, Rita e Francesca

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontro col patron Geox, muore infermiera di 48 anni dopo due settimane di agonia

PadovaOggi è in caricamento