menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza, in Veneto ancora il picco A Padova muore bimba di 2 anni

Ricoverata nell'azienda ospedaliera con gravi complicazioni, era affetta dal ceppo H3N2, e non dal più "temuto" H1N1, impropriamente definito "suina". Non è ancora stato possibile determinare se fosse vaccinata o meno

È salito a 13 il numero delle persone decedute in Veneto per le complicazioni derivate dall’influenza. Lo segnala il report settimanale elaborato dal settore Promozione e sviluppo igiene e sanità pubblica della Regione, riguardante il periodo dal 12 al 18 gennaio, che ha fatto segnare un’incidenza ancora alta, pari a 97,5 malati ogni 10mila abitanti. Un tasso che fa stimare in circa 48mila i veneti colpiti dal virus sinora.

MORTA BIMBA PADOVANA DI 2 ANNI. Tra le 13 vittime è stato segnalato anche il decesso di una bambina di 2 anni, di Padova, che era ricoverata nell’azienda ospedaliera con gravi complicazioni. La piccola era affetta dal ceppo H3N2, e non dal più "temuto" H1N1, impropriamente definito “Suina”. Non è ancora stato possibile determinare se fosse vaccinata o meno.

MENO VACCINATI. “È doloroso dover registrare questo aumento di decessi – sottolinea l’assessore alla Sanità Luca Coletto – ma si tratta di eventi che non si possono mai escludere, soprattutto in presenza di un’influenza stagionale così aggressiva e di un netto calo delle vaccinazioni dovuto al caso Fluad e anche a una certa diffidenza diffusasi a prescindere tra la gente in tutta Italia, anche a causa delle molte informazioni distorte che circolano incontrollate sul web. Gli ospedali veneti stanno affrontando con efficienza questa situazione – aggiunge l’assessore - Medici e infermieri si prodigano senza sosta e, laddove necessario, vengono attuate soluzioni organizzative adatte a fronteggiare la situazione”.

REPORT REGIONALE. Nell’ultima settimana monitorata l’incidenza del Veneto, seppur ancora più alta, si è avvicinata alla media nazionale, che è di 85,5 casi per 10 mila abitanti. Dall’inizio della sorveglianza ad oggi sono stati segnalati 94 casi di forme complicate. Di questi, 62 sono considerati “gravi”. L’età media delle persone colpite è di 56 anni e la maggior parte (85%) presentava patologie pregresse. I ricoveri in terapia intensiva sinora sono stati 50 e 7 di essi hanno necessitato di trattamento “Ecmo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento