Calcio Padova-Hellas, il coro degli ultras biancoscudati arriva fino alla procura

Si alza il sospetto di un insulto a sfondo razziale sul derby di Serie B. Su quelle parole indirizzate ai tifosi scaligeri vuole vedere chiaro la Digos che ha redatto un'informativa

Nessuna denuncia e nessun provvedimento, almeno per ora. Gli agenti si riservano però di approfondire le analisi in merito al coro "Sembra Napoli", lanciato da due ultras 19enni e poi seguito da tutta la tribuna Fattori rivolto ai rivali storici dell'Hellas.

La partita

I fatti risalgono al 20 gennaio. Quel pomeriggio 1430 supporters veronesi avevano raggiunto lo stadio Euganeo senza troppi intoppi. Il dispiegamento di forze dell'ordine è stato imponente, con controlli nelle aree di sosta lungo l'autostrada e l'utilizzo di un elicottero della polizia arrivato da Milano che aveva suscitato non poche polemiche. Tranne un abbozzo di contestazione prima del match, con una trentina di padovani che hanno provato invano ad avvicinarsi alla zona dei veronesi, non ci sono stati tafferugli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli accertamenti

La febbre da derby, specialmente davanti a un Padova bloccato al fondo della classifica, si è però fatta sentire. Inevitabili i cori e gli sfottò tra tifoserie avversarie che non sono sfuggiti all'orecchio degli agenti. Uno in particolare, quel "Sembra Napoli" rivolto agli ultras dell'Hellas. A intonarlo sarebbero stati due giovani padovani nemmeno ventenni, seguiti a stretto giro dal resto della curva prima e dello stadio poi. Se quelle parole contenessero un insulto di tipo razziale e discriminatorio resta da capire e a questo scopo è stata redatta un'informativa approdata in questi giorni sul tavolo del procuratore. Nessuno dei tifosi biancoscudati è al momento indagato. Gli inquirenti stanno vagliando le immagini video e le registrazioni audio raccolte nel corso del match. Non esistendo una giurisprudenza specifica in materia, al momento tutte le possibilità restano aperte e solo al termine delle analisi l'autorità giudiziaria potrà eventualmente disporre provvedimenti ulteriori, che potrebbero concretizzarsi in una denuncia o un daspo sportivo come pure in un nulla di fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Maxi fallimento da 36milioni e frode fiscale: sequestrate aziende, case, Ferrari e Porshe

  • Uno «strepitoso» test rapido: bastano sette minuti per scoprire se si è positivi al Coronavirus

  • Scomparsa una 48enne: elicottero e sommozzatori al lavoro per trovarla

Torna su
PadovaOggi è in caricamento