rotate-mobile
Lunedì, 27 Giugno 2022
Cronaca San Giorgio delle Pertiche

Paziente ingoia un cacciavite, dentista finisce davanti al giudice di pace

Il professionista avrebbe perso il cacciavite di 2 centimetri e mezzo nella bocca della paziente che l'ha inavvertitamente inghiottito

Le serviva un impianto al molare ed è uscita con un cacciavite nello stomaco. Il dentista è finito davanti al giudice di pace e la prossima udienza è stata fissata per il 22 settembre.

Il fatto

Era il 2017. Una barista di 49 anni aveva bisogno di un impianto al molare sinistro ma non sapeva a chi rivolgersi, così si è affidata al web. Come riporta il Gazzettino di sabato 16 aprile, la donna ha scoperto che uno studio dentistico di San Giorgio delle Pertiche, estraneo ai fatti, offriva un pacchetto di sconti. Peccato che durante l'operazione il dentista abbia smarrito il piccolo cacciavite di 2 centimetri e mezzo. Dove è finito? Nella gola della 49enne. A quel punto il professionista ha prescritto alcuni farmaci alla sua paziente e le ha assicurato che lo strumento sarebbe stato espulso. Non serviva andare al pronto soccorso. Ma mentre tornava a casa la donna si è sentita male. Qualche giorno più tardi la 49enne ha effettuato l'accesso al pronto soccorso di Asiago. I medici le hanno prescritto un forte purgante ma dopo l'espulsione la donna ha cominciato a soffrire di febbre, vomito e anoressia. È tornata al pronto soccorso un paio di settimane dopo e poi un'altra volta ancora, quando le è stata diagnosticata una bronco-polmonite in regressione. La donna, difesa dall'avvocato Elisabetta Cardello, ha fatto causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paziente ingoia un cacciavite, dentista finisce davanti al giudice di pace

PadovaOggi è in caricamento