menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fugge all'alt, inseguimento all'Arcella: era ubriaco, in auto manganelli e coltelli

È accaduto nei giorni scorsi, in via Durer a Padova, verso mezzogiorno. Nei guai un 36enne

Ha cercato di fuggire al controllo della squadra motociclisti della polizia locale di Padova, fuggendo all'alt intimatogli mentre era alla guida della sua auto. Gli agenti l'hanno seguito e sono comunque riusciti a bloccarlo. Il conducente, un trentaseienne italiano residente nel quartiere, è stato fermato e deferito all’autorità giudiziaria per i reati di guida in stato di ebbrezza e detenzione di armi, che si sono aggiunti alla contestazione delle numerose infrazioni alle norme di comportamento del Codice della strada.

L'INSEGUIMENTO IN ARCELLA. È accaduto nei giorni scorsi, all'Arcella, in via Durer, verso mezzogiorno. Gli agenti in moto stavano svolgendo il servizio di polizia stradale in quartiere, quando hanno impartito l'alt al veicolo. Il conducente, anziché arrestarsi, ha accelerato dandosi alla fuga imboccando le vie laterali. È scatttato, quindi, l’inseguimento del veicolo con i dispositivi di emergenza attivati. Tuttavia l'uomo non ha desistito: dopo aver percorso alcune vie a velocità sostenuta, ha continuato la sua marcia imboccando via Tiziano Aspetti, in direzione di via Guido Reni, passando anche con il semaforo rosso.

UBRIACO IN AUTO CON MANGANELLI E COLTELLI. Gli agenti l'hanno raggiunto affiancandolo con le moto. Sentendosi braccato, il conducente ha effettuato una repentina manovra di inversione di marcia, sempre su via Aspetti, cercando di allontanarsi definitivamente dal controllo. Ripreso l’inseguimento, è stato comunque bloccato e fatto subito scendere e allontanare dall'auto. La locale ha poi perquisito il mezzo all’interno del quale sono stati rinvenuti due manganelli telescopici e due coltelli multiuso con lame atte ad offendere che sono stati immediatamente sequestrati. Inoltre l'uomo appariva in evidente stato di alterazione psicofisica. A quel punto, dopo averne ottenuto il consenso, gli agenti l'hanno sottoposto al test dell'etilometro al quale è risultato positivo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento