menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Minicar (fonte Facebook Golf della Montecchia)

Minicar (fonte Facebook Golf della Montecchia)

Bandito in fuga sui campi da golf Vigili all'inseguimento in minicar

Martedì mattina, una pattuglia della polizia locale ha rincorso da Saccolongo al club Montecchio di Selvazzano un possibile truffatore in sella ad uno scooter. L'individuo è riuscito a dileguarsi fuggendo a piedi

Un martedì mattina particolare per una pattuglia della polizia locale dell'unione dei comuni Retus, che si è ritrovata a dare la caccia ad un possibile truffatore in mezzo ai campi da golf del club Montecchio di Selvazzano.

TENTATA TRUFFA. La pattuglia, durante un ordinario controllo per le strade di Saccolongo, ha notato un individuo intrattenersi con un anziano del posto, molto conosciuto in paese, appena uscito da una farmacia in via Roma. La solita scusa: "Non si ricorda di me? Ci siamo già visti, come sta?". Il fare dell'uomo ha fortemente insospettito i vigili, e uno di loro è sceso dall'auto per sincerarsi non si trattasse di un tentativo di truffa, per estorcere denaro al malcapitato. Alla vista del vigile, apparentemente senza alcun motivo, il presunto truffatore ha infilato il casco nero non integrale, ed è scappato in sella ad uno scooter.

INSEGUIMENTO. A quel punto la pattuglia è partita all'inseguimento del motociclista, che, per seminare i vigili, è entrato al club Montecchia di Selvazzano, piombando col motorino in mezzo ai campi da golf, tra i giocatori sconcertati. Per stargli dietro, le forze dell'ordine sono montate sulle minicar, mentre l'unico accesso alla struttura veniva preventivamente bloccato. Colpo di scena, però, il bandito ha abbandonato il motociclo in mezzo ai campi e si è defilato a piedi, riuscendo a dileguarsi.

INDAGINI. Lo scooter è stato sequestrato. Dagli accertamenti sul mezzo è emerso che la proprietaria è una donna italiana residente a Modena. Il ragazzo inseguito sul campo da golf, però, non sarebbe italiano. La carnagione olivastra e i capelli scuri farebbero pensare ad uno zingaro o comunque ad un originario dell'Est. Ai carabinieri di Bomporto, nel Modenese, non risulta però alcuna denuncia di furto. Il motorino, inoltre, non è assicurato dal 2008 e non è mai stato revisionato. Ulteriori spiegazioni da parte dell'intestataria del ciclomotore potranno essere utili a chiarire cosa ci facesse il motociclo a Padova e come sia finito nelle mani del malvivente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento