menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Non paga il pranzo che vuole addebitare al padre fasullo: denunciato per frode

Mercoledì un uomo di 42 anni era uscito dal ristorante senza saldare il conto. Da quattro mesi vaga per la regione dormendo a sbaffo e mangiando gratis alla ricerca del finto papà

Si è seduto mercoledì alla Road House di via Donà, ha mangiato e quando è stato ora di pagare i 27,40 euro si è allontanato senza saldare il conto. Rincorso dai gestori è stato bloccato e all'arrivo di una pattuglia della polizia ne è uscita una storia surreale.

NORVEGESE. L’uomo, un norvegese di 42 anni, ha detto di mandare il conto al padre, che sta cercando da 4 mesi per tutto il Veneto. Controllati i precedenti, gli agenti hanno scoperto che non è nuovo a simili imprese. Dorme in alloggi di fortuna, ma non sempre. Ha un conto mai pagato per una notte in Canal Grande a Venezia e altri precedenti per pranzi e cene “scroccate”. Il leitmotiv quando viene fermato è sempre lo stesso: mandate il contro a mio papà.

CONTENZIOSO. In realtà il presunto genitore, non ha nessun legame di parentela con l’uomo norvegese. Anzi. I due hanno un contenzioso che dura da parecchio tempo. Si tratta di un imprenditore del vicentino con cui il norvegese aveva avuto a che fare una decina di anni fa per motivi di lavoro riguardanti l’illuminazione di una casa. Il vicentino ha più volte denunciato la questione, ma il norvegese non sembra voler demordere e continua a mangiare a sbafo e a dormire senza saldare il debiti. L’uomo è stato denunciato per insolvenza fraudolenta.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento