Insulta e importuna i passanti, doveva essere in carcere da tempo

Il tribunale di Imperia aveva emesso un ordine di carcerezione a suo carico per una serie di reati commessi a Sanremo. Fermato a Padova un 28enne tunisino che doveva scontare un cumulo pene pari ad un anno e nove mesi

Via Tiziano Aspetti a Padova

Domenica pomeriggio intorno alle 17, alcuni passanti chiedono l'intervento della polizia in via Tiziano Aspetti, a Padova, segnalando un uomo che grida e importuna la gente per strada. Giunti su posto, gli agenti della squadra Volanti fermano l'uomo, A.A., 28enne tunisino senza fissa dimora in Italia.

CARCERE. Il tunisino è risultato essere gravato da un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Imperia per alcuni reati commessi a Sanremo tra il 2010 e il 2014: rapina, resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e documenti falsi. È stato quindi condotto al carcere Due Palazzi dove dovrà scontare un cumulo pene di un anno e nove mesi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

  • Tragedia sulle montagne trentine: morti due scalatori padovani

  • Tragedia al Portello: dalle acque del Piovego affiora un cadavere

Torna su
PadovaOggi è in caricamento