rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Cronaca

Isabella Noventa, lettera di Freddy dal carcere alla Cacco: "Manuela, amore mio"

Parole piene di sentimento, oppure il tentativo di portare ancora la tabaccaia veneziana dalla sua parte, convincendola a tacere: "Quando tutto questo sarà finito, vivremo insieme"

"Amore mio, ti scrivo dopo tutto questo tempo perché, ogni giorno che ho passato qui dentro in questa cella, mi sono convinto sempre di più del mio puro sentimento nei tuoi confronti. Anche se per ora siamo distanti e divisi, spero che, quando tutta questa tempesta passerà, potremo di nuovo rivivere il nostro amore. Quando un giorno sarà tutto finito, se tu lo vorrai, vivremo insieme circondati solo dal nostro fortissimo sentimento. Io lo desidero tanto, spero che anche tu condivida questo desiderio. Ti amo".

FREDDY SCRIVE ALLA CACCO: "TI AMO". È il testo della lettera che Freddy Sorgato, l'autotrasportatore e ballerino in carcere con l'accusa di avere assassinato Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego scomparsa lo scorso 15 gennaio, avrebbe fatto recapitare dal Due Palazzi a Manuela Cacco, la tabaccaia veneziana (ed ex amante dell'uomo), anche lei in cella (alla Giudecca) con l'accusa di omicidio premeditato e occultamento di cadavere, così come la sorella di Freddy, Debora Sorgato. È stato il settimanale Giallo a pubblicare la notizia dell'esistenza di questa missiva. Pure parole d'amore nei confronti della donna - che avrebbe amato il ballerino a tal punto da accettare di prestarsi alla messinscena davanti alle telecamere indossando gli abiti di Isabella per simulare il passaggio della segretaria in centro a Padova - oppure un tentativo di tappare la bocca all'ex amante? 

TUTTI GLI ARTICOLI SU ISABELLA NOVENTA

TRE COLTELLI SEQUESTRATI A DEBORA. Sono state proprio le dichiarazioni di Manuela Cacco, infatti, ad incastrare il trio: agli inquirenti, la donna ha riferito che, la notte del 15 gennaio scorso, arrivata alla villa di via Sabbioni a Noventa Padovana, Debora le avrebbe raccontato di avere assassinato Isabella in preda ad un impeto di rabbia, alla presenza di Freddy. E, sulla sorella del ballerino, additata dalla Cacco come l'esecutrice materiale dell'omicidio di Isabella, spuntano nuovi dettagli: dopo le pistole trovate a casa del compagno della donna, il maresciallo dei carabinieri Giuseppe Verde, anche lui indagato, per violazione del segreto d'ufficio e accesso abusivo alla banca dati delle forze di polizia (gli inquirenti hanno scoperto alcuni suoi accessi "sospetti" all'Sdi - Sistema d'indagine - probabilmente allo scopo di fornire informazioni secretate a Debora Sorgato), la trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?", in onda su Rai3, ha rivelato l'esistenza di tre coltelli sequestrati alla donna. Le lame, tutte di dimensioni diverse, saranno sottoposte ad eccertamenti.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Isabella Noventa, lettera di Freddy dal carcere alla Cacco: "Manuela, amore mio"

PadovaOggi è in caricamento