menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le foto segnaletiche dei tre indagati per l'omicidio di Isabella Noventa: Manuela Cacco, Freddy e Debora Sorgato

Le foto segnaletiche dei tre indagati per l'omicidio di Isabella Noventa: Manuela Cacco, Freddy e Debora Sorgato

Chiuso l'interrogatorio della Cacco: per l'avvocato di Freddy "manca il movente"

La tabaccaia ha terminato di ricostruire le fasi dell'assassinio della segretaria 55enne di Albignasego, rispondendo anche alle domande dei legali degli altri indagati

Si è concluso nel primo pomeriggio di giovedì, nel tribunale di Padova, con la terza seduta, dopo quelle di venerdì e lunedì scorsi, l'incidente probatorio che ha visto la tabaccaia di Camponogara Manuela Cacco - indagata assieme a Freddy e Debora Sorgato per l'omicidio di Isabella Noventa e da poco iscritta nel registro degli indagati anche per il reato di stalking nei confronti della stessa Isabella - ricostruire la sua versione dei fatti che portarono lo scorso gennaio alla violenta morte della segretaria 55enne di Albignasego. La Cacco ha ribadito che ad ucciderla sarebbe stata Debora, a colpi di mazzetta. Le dichiarazioni rese della tabaccaia in sede dell'incidente probatorio, interrogata in contraddittorio con le altre parti, assumeranno valore di prova nell'eventualità di un processo.

TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO

"MANCA IL MOVENTE". "Non vogliamo entrare nel contenuto delle dichiarazioni di Manuela Cacco - ha dichiarato al termine dell'interrogatorio della tabaccaia Giuseppe Pavan, avvocato di Freddy - se non dicendo che contenevano una quantità rilevante di contraddizioni. Quello che manca soprattutto è una spiegazione".

ANCHE DEBORA VUOLE PARLARE. Grande attesa, ora, dopo l'annuncio nei giorni scorsi del legale di Debora Sorgato, Carlo Augenti, della volontà della propria assistita di essere interrogata dal pm per raccontare la "sua" verità. Sarebbe infatti la prima volta che la donna parlerebbe entrando nel merito della vicenda.

LE LETTERE TRA FREDDY E LA CACCO. Nelle scorse ore, la trasmissione "Chi l'ha visto?" è tornata sul caso, rivelando il contenuto delle lettere che la tabaccaia veneziana ha scritto all'ex amante Freddy dalla prigione: "Grande amore della mia vita", lo definisce, "meravigliosa creatura", "ottava meraviglia". Da brividi il fatto che nelle missive non si accenni mai al motivo per cui i due sono in carcere: l'omicidio e la sparizione di quella che, in vita, è stata la rivale in amore dell'autrice degli scritti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento