Isabella Noventa, riprese le ricerche del corpo nei luoghi indicati dal super testimone

Venerdì, alle 10, nei terreni intorno alla villa di Freddy Sorgato, in via Sabbioni a Noventa

Le ricerche

Si torna a cercare il corpo di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego scomparsa lo scorso 15 gennaio e per il cui omicidio si trovano in carcere i fratelli Freddy e Debora Sorgato e la tabaccaia veneziana Manuela Cacco. Le operazioni - finora rimandate a causa del maltempo - si concentreranno in una zona di campi attorno all'abitazione dell'autotrasportatore e ballerino a Noventa Padovana, e in particolare su un sentiero che condurrebbe dritto a via Vigonovese a Padova, dove abitano Debora e il maresciallo dei carabinieri Giuseppe Verde, ex compagno di quest'ultima, anche lui indagato (è accusato di avere effettuato accessi abusivi al data base delle forze di polizia, forse per fornire informazioni su Isabella a quella che era la sua fidanzata).

TUTTI GLI ARTICOLI SU ISABELLA NOVENTA

RIPRESE LE RICERCHE DEL CORPO. Nelle scorse settimane, infatti, si è parlato di un supertestimone, che avrebbe raccontato di avere avvistato Freddy, qualche giorno prima della scomparsa di Isabella, in mezzo ad un campo isolato attorno alla sua abitazione: un posto insolito per una passeggiata, tant'è che il residente, preoccupato, in un primo momento lo avrebbe seguito credendolo un malvivente. Alla luce di queste informazioni, gli inquirenti hanno deciso di sondare la zona. Le ricerche (video) sono iniziate venerdì mattina alle 10. La polizia di Stato si è avvalsa dell'ausilio dell'unità cinofila della Guardia di Finanza del Passo Rolle, specializzata nel recupero di corpi a seguito di valanghe e in cadaveri, intervenuta con un pastore belga di cinque anni di nome Ares. Controllato anche un boschetto lungo il Brenta a San Vito di Vigonza, con esito negativo. Sul posto è arrivato anche Paolo Noventa, fratello di Isabella.

UN CADAVERE SCOMPARSO NEL NULLA.  Si tratta dell'ennesimo tentativo di far riaffiorare il cadavere mai ritrovato della sfortunata Isabella. Un corpo su cui piangere per la famiglia della donna, ma anche un elemento fondamentale per ricostruire cosa realmente sia accaduto la notte della sua scomparsa. Da allora, infatti, si è cercato a lungo. Prima nel fiume Brenta, dove per giorni i sommozzatori dei vigili del fuoco e della polizia hanno scandagliato i fondali senza alcun esito. Si è poi deciso di procedere a ricerche circostanziate, in siti che man mano sarebbero emersi dagli sviluppi delle indagini: così si è cercato nel deposito della Q8 vicino al locale "Relax" di via Ponticello a Padova (dove Freddy e Manuela andarono a ballare la notte della scomparsa di Isabella); è stato sondato il laghetto artificiale di Padova Est (luogo indicato dall'anonimo mittente di una lettera ricevuta dall'avvocato dei Noventa, Gian Mario Balduin); si è cercato anche alle Padovanelle, ma nulla. 

LE RICERCHE, IL VIDEO:

Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

Torna su
PadovaOggi è in caricamento