menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Freddy Sorgato

Freddy Sorgato

Isabella, sospesa la confisca del patrimonio di Freddy richiesta dal pm: "Illegittima"

Il tribunale di Padova per le misure di prevenzione ha accolto la richiesta dei legali di Sorgato di sospensione del provvedimento richiesto dal sostituto procuratore

Nel corso della terza udienza del processo per l'omicidio di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego scomparsa nella notte tra i 15 e il 16 gennaio dello scorso anno, della cui uccisione sono accusati i fratelli Freddy e Debora Sorgato e la tabaccaia veneziana Manuela Cacco, il sostituto procuratore Giorgio Falcone aveva chiesto la confisca del patrimonio dell'autotrasportatore-ballerino, pari a circa 800mila euro, frutto - secondo l'accusa - di attività illecite nell’ambito della vendita di gasolio "in nero" e a prezzo maggiorato. Il pubblico ministero aveva chiesto l'applicazione della legge anti-mafia che prevede la confisca beni mobili e immobili nei confronti di persone considerate socialmente pericolose.

TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO

CONFISCA SOSPESA. Martedì, in aula, è stata celebrata la quinta udienza del processo, con l'arringa dell'avvocato difensore di Manuela Cacco. Nella stessa giornata - come riportano i quotidiani locali - il tribunale di Padova per le misure di prevenzione ha accolto le richieste dei legali difensori di Freddy, Giuseppe Pavan e Massimo Malipiero, sospendendo il provvedimento richiesto dal pm. Gli avvocati avevano fatto leva sull'illegittimità costituzionale della norma. Resta tutto fermo in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento