menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Omicidio di Isabella Noventa, un nuovo filmato e cambia l'accusa: "Cadavere soppresso"

Mercoledì, davanti al giudice Tecla Cesaro, l'accusa ha mostrato dei frame che riprenderebbero due persone nell'auto di Debora Sorgato. Cambia il capo d'imputazione. L'udienza slitta a venerdì

Si è conclusa in maniera inaspettata, mercoledì, la prima parte dell'udienza preliminare davanti al gup di Padova Tecla Cesaro per l'omicidio di Isabella Noventa, la segretaria 55enne di Albignasego scomparsa nella notte tra il 15 e il 16 gennaio dello scorso anno, della cui uccisione sono accusati i fratelli Sorgato, Freddy e Debora, e la tabaccaia veneziana Manuela Cacco.

TUTTI GLI ARTICOLI SUL CASO

UN VIDEO INEDITO. In aula, il pubblico ministero Giorgio Falcone ha mostrato alcuni frame inediti ricavati dalle telecamere della polizia locale di Noventa Padovana. Queste immmagini, oltre a riprendre l'auto di Debora quella notte sul ponte del Piovego in direzione del municipio di Noventa, lascerebbero intravedere le sagome di due persone. L'ipotesi è che si tratti di Freddy e di sua sorella, intenti a sbarazzarsi dei resti di Isabella.

L'AVVOCATO BALDUIN. "Il pm, sollecitato dalla difesa di Freddy, la quale sosteneva che nell'auto ci fosse una sola persona - ha spiegato l'avvocato Balduin, legale della famiglia Noventa - ha chiesto alla Mobile di acquisire le registrazioni, ed è stata trovata una telecamera fino ad oggi non controllata. Ne è uscito un frame che ritrae quella sera l'auto di Debora con a bordo due persone, Debora stessa e presumibilmente Freddy". Secondo Balduin, nel bagagliaio potrebbe esserci stato il corpo di Isabella. 

"CADAVERE DISTRUTTO". C'è stato, inoltre, un cambiamento nel capo di imputazione: permangono, per tutti e tre, le accuse di omicidio premeditato e, per Manuela Cacco, anche di stalking e simulazione di reato, ma l'ipotesi di reato di occultamento di cadavere è stata modificata in quella di sottrazione e soppressione di cadavere. I due fratelli, infatti, secondo l'accusa, non si sarebbero limitati ad occultare il corpo della donna, ma lo avrebbero, invece, distrutto.

UDIENZA RINVIATA. Gli avvocati hanno quindi chiesto i termini a difesa, facendo slittare l'udienza a venerdì prossimo alle ore 13. In quell'occasione si scoprirà se tutti gli imputati o solo due, si suppone la Cacco e Freddy, chiederanno il rito abbrevato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento