menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studentessa lascia la famiglia a Padova per combattere nell'Isis

Le indagini del Ros sarebbero concentrate su una 19enne di origini marocchine che frequentava un istituto superiore della provincia, partita per la Siria come "foreign fighter" nelle fila dello Stato islamico

Una giovane "foreign fighter" avrebbe lasciato la sua famiglia per arruolarsi nelle fila dell'Is in Siria. 19 anni, studentessa in un istituto superiore della provincia di Padova, la ragazza, originaria del Marocco - come riporta il Mattino di Padova - sarebbe finita nel mirino dei carabinieri del Ros euganeo.

SPARITA DA GIORNI. Padova, già annoverata tra le province a rischio di "reclutamento" nelle schiere dell'Isis (Stato islamico dell'Iraq e del Levante) per combattere nella jihad, torna di nuovo alla ribalta per la figura - tutta ancora da chiarire - di questa ragazza che mancherebbe da casa da qualche giorno e che, via web, prima di scomparire, sarebbe stata attiva via Skype e nei forum dedicati al pensiero islamico radicalizzato.

IL CASO DI ISMAIL. Nei mesi scorsi, il Ros di Padova si era occupato del caso di Ismail nell'Isis, ricerche dei Ros di Padova Ismail Mesinovic, bimbo il cui padre bosniaco lo aveva portato via da casa, a Ponte nelle Alpi (Belluno), nel dicembre 2013 con la scusa di visitare i parenti in Bosnia. In realtà si era arruolato nell'Is, tra le fila dell'esercito islamico, morendo in Siria poco dopo, in un combattimento. Gli inquirenti stanno ancora cercando il piccolo per riconsegnarlo alla madre, cubana, che abita nel Bellunese.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento