menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La banda dei centri commerciali incastrata dal navigatore satellitare

In manette i 30enni moldavi Alexandru B. e Mihai Augustin S. Sono stati rintracciati dalla polizia in un albergo a Padova, ancora in possesso della refurtiva degli ultimi colpi messi a segno in loco e a Trento, Bolzano, Milano

Erano diventati l'incubo dei centri commerciali. Entrati nei negozi, riuscivano a rubare indisturbati grazie all'utilizzo di un congegno elettronico capace di interferire con le frequenze dei dispositivi antitaccheggio.

INCASTRATI DAL NAVIGATORE. Ma il tempo delle razzie è finito anche per loro. La banda, composta da due trentenni moldavi pluripregiudicati e sulla cui testa pendeva un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Bolzano, è finita in manette. Alexandru B. e Mihai Augustin S. sono stati rintracciati in un albergo a Padova dagli uomini della squadra Volanti della questura. Gli agenti sono risaliti alle attività commerciali prese di mira dai due malviventi grazie alla memoria del navigatore satellitare trovato in loro possesso nella quale erano rimasti salvati i dati degli spostamenti effettuati.

LA REFURTIVA. Nella loro auto parcheggiata nel box dell'albergo la polizia ha recuperato sette pc portatili Apple, tre pc assemblati Hp, un proiettore, novanta flaconi di profumi di varie marche, rubati a Trento, Bolzano, Milano e Padova. Rinchiusi nel carcere Due Palazzi, sono accusati di ricettazione e possesso ingiustificato di arnesi da scasso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Attualità

Perquisizioni e ostacoli alle Coop: il Dap "commissaria" il Due Palazzi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento