menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il cimitero di Salboro

Il cimitero di Salboro

Ladri al cimitero di Salboro: tombe saccheggiate di rame e bronzo

La banda ha agito nella notte tra mercoledì e giovedì. Sono stati rimossi cornici, lumini, vasi e persino lettere dalle lapidi. Un residente ha dato l'allarme e all'arrivo dei carabinieri i malviventi sono fuggiti

Una catasta di rame e bronzo formata da cornici di foto, lumini, vasi di fiori, statuette e persino lettere che compongono i nomi dei defunti. È parte del bottino che i ladri sorpresi nella notte tra martedì e mercoledì al cimitero di Salboro, nella fuga, hanno abbandonato all'ingresso del camposanto di via Roncon.

FURTO SPREGIUDICATO. È stato un residente ad accorgersi di alcuni rumori sospetti e a dare l'allarme. Sul posto i carabinieri del nucleo Radiomobile, ma nel frattempo i malviventi se l'erano già svignata. Ancora al vaglio l'entità del furto e del danno provocato nella razzia senza scrupolo della banda che ha profanato le tombe e lapidi dei defunti per cercare di arraffare quanto più metallo possibile da rivendere al mercato nero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento