menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La chiesa di Casale di Scodosia

La chiesa di Casale di Scodosia

Furto "sacrilego" al duomo, ladri in fuga con un Bambinello del '400

Martedì mattina, mentre le porte della chiesa di Casale di Scodosia erano aperte, i malviventi, approfittando forse dell'assenza di sorveglianza, hanno asportato una statua in legno, due angeli e un reliquiario

Hanno portato via un "Bambinello" in legno del XV secolo, un reliquiario e le statue di due angeli, i ladri che martedì mattina hanno saccheggiato il duomo di Casale di Scodosia. Ad accorgersi del furto "sacrilego", il sagrestano della chiesa, che insieme al parroco si è recato alla stazione dei carabinieri per la denuncia.

IL SOPRALLUOGO. Nessun segno di effrazione sulle porte dell'edificio. Da una prima ricostruzione dei militari della compagnia di Este, il furto potrebbe essere stato consumato quando i portoni del duomo erano già stati aperti, in un lasso di tempo di un paio d'ore durante il quale la chiesa è stata lasciata incustodita.

IL BAMBINELLO DEL '400. L'oggetto più prezioso ad essere razziato è stata la statua lignea del bambin Gesù, risalente al Quattrocento. I due angeli sono invece di fattura più recente, del XIX e del XX secolo. Sono in corso le indagini per individuare i responsabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento