menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto Occhio Jesolano

Foto Occhio Jesolano

Rubano la statua della Madonna poi la distruggono facendosi selfie

Gesto che rasenta la follia di quattro ragazzi padovani sorpresi a Jesolo, lunedì, da due passanti. Il proprietario, nel frattempo deceduto, l'aveva acquistata per ringraziare della guarigione della moglie da un tumore

Rubano la statua della Madonna e poi la mandano in mille pezzi, facendosi per giunta dei selfie da postare sui social network. Difficile capire cos'è passato per la testa a un gruppetto di quattro giovani del Padovano sorpresi poco prima delle 7 di lunedì mattina in via Roma Destra a Jesolo Lido. È già stata sporta denuncia nei loro confronti da parte della proprietaria del simulacro, anche per difendere la memoria del marito, mancato tre mesi fa. Era stato lui ad acquistarlo durante una visita a Medjugorje qualche anno fa, particolarmente devoto, per ringraziare la Madonna per aver fatto superare alla moglie un tumore al cervello. Insomma, quella statua non aveva un grosso valore economico, ma per i suoi proprietari per vari motivi aveva una grande importanza.

LA "BRAVATA". Tutto questo i quattro ragazzi, sui 23 anni, non lo sapevano. Non conoscevano il danno che stavano per perpetrare. Per loro era solo una goliardata architettata durante un inizio di giornata con ogni probabilità caratterizzato dalla noia. Fatto sta che il gruppetto entra nel giardino dell'abitazione di via Roma Destra e si impadronisce della statua, vincendo la resistenza di un piccolo strato di intonaco posizionato dal proprietario quando era ancora in vita. A un certo punto, però, qualcosa va storto. La statua finisce a terra e si danneggia. Per strada. I quattro a quel punto decidono di infierire ancora, scattandosi foto e registrando filmati con i propri smartphone.

DENUNCIATI. La Madonna finisce in mille pezzi, ma la scena viene vista da una coppia di passanti che si era accorta come quella statua avrebbe potuto essere quella che si vedeva transitando per la strada. Per averne la controprova i due sono tornati indietro e si sono accorti del furto. A quel punto è stata allertata la polizia, intervenuta sul posto in poco tempo. I quattro sono stati portati in commissariato, mentre la proprietaria ha formalizzato la denuncia, che ora sporcherà per sempre la fedina penale dei quattro giovani, tornati in via Roma Destra per scusarsi nel pomeriggio. Ma il loro gesto non potrà essere cancellato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento