Cronaca

Vigonza, si aggira banda di predoni Inseguimenti, colluttazione: preso

Cinque persone dai movimenti sospetti a bordo di un Fiat Fiorino e di una Polo rossa sono state notate tra i condomini di Barbariga alle 4 di giovedì. Nella fuga i carabinieri sono riusciti a fermare un moldavo

Inseguimento tra guardie e ladri, alle 4 di giovedì notte, per le strade di Vigonza. Cinque le persone dalla presenza sospetta notate da un cittadino che ha dato l'allarme al 112. Due i veicoli, risultati poi rubati, su cui hanno tentato la fuga i probabili predoni, che successivamente hanno optato per la via dei campi, a piedi. Su uno di loro, però, hanno avuto la meglio i carabinieri, riusciti ad arrestarlo.

LA FUGA. Il quintetto si stava aggirando tra i condomini della zona di Barbariga, quando ben tre pattuglie, due del Norm di Padova e una della stazione locale, gli si sono messe alle calcagna. Alla vista delle gazzelle, la banda si è divisa in due gruppi, uno a bordo di un Fiat Fiorino risultato rubato questo mese a Mestrino, l'altro su una Volkswagen Polo rossa provento di furto in provincia di Treviso a novembre. La corsa si è conclusa dopo alcuni minuti, quando entrambi gli "equipaggi" hanno deciso di abbandonare i mezzi per tagliare la corda a piedi per i campi circostanti. L'intuizione di un militare di rimanere a vigilare sui veicoli si è rivelata vincente, in quanto uno dei fuggiaschi è ritornato alla Polo per risalirvi e ripartire. Ne è scaturito un secondo inseguimento al termine del quale il fuggitivo ha nuovamente abbandonato il mezzo per tentare la via dei campi, questa volta senza successo.

L'ARRESTO. Nel cadere scavalcando il guardrail a delimitazione della carreggiata, si è ferito al volto. Raggiunto dai carabinieri, ha ingaggiato una violenta colluttazione nella quale due militari sono rimasti a loro volta lesionati, ma alla fine è stato bloccato. Nei suoi confronti è scattato l'arresto per resistenza a pubblico ufficiale e una denuncia per la ricettazione dell'auto. In manette un 35enne moldavo. Attualmente si trova agli arresti domiciliari a Chiesanuova, in attesa del processo per direttissima. Ulteriori accertamenti sono in corso per risalire all'identità degli altri fuggiaschi e ad eventuali furti commessi nelle ultime ore e giorni dalla probabile banda di predoni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigonza, si aggira banda di predoni Inseguimenti, colluttazione: preso

PadovaOggi è in caricamento