menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Laser per eliminare l'acne, modella sfigurata: chirurgo va a processo

L'intervento di resurfacing prevedeva anche un autotrapianto cutaneo da una coscia al volto: entrambe le parti del corpo avrebbero subìto dei danneggiamenti tali da non consentire la rigenerazione dei tessuti

Il viso e la coscia sfregiati a seguito di un intervento chirurgico al laser che avrebbe dovuto eliminare i segni dell'acne giovanile. È successo ad una 42enne modella di Modena, testimonial di una ditta specializzata nella vendita di apparecchiature estetiche e cosmetiche. La donna, con il volto ormai pervaso da cicatrici indelebili, aveva deciso di denunciare il medico chirurgo 59enne, operante in una clinica di Abano.

CHIRURGO A PROCESSO.  II professionista, come riportano i quotidiani locali, andrà a processo il prossimo 30 marzo con l'accusa di aver procurato lesioni colpose alla modella, che si sottopose all'operazione a gennaio 2012. Nello specifico si trattò di un intervento di resurfacing con laser che prevedeva anche un autotrapianto cutaneo da una coscia al volto: entrambe le parti del corpo avrebbero subito dei danneggiamenti tali da non consentire la rigenerazione dei tessuti. Al medico viene inoltre contestato di aver eseguito delle visite in ambienti poco consoni alla professione, come una stazione autostradale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento