rotate-mobile
Cronaca Stazione / Piazzale Stazione

Condannato per estorsione, ma irreperibile: rintracciato ed arrestato in stazione a Padova

Su di lui pendevano un ordine di carcerazione (2 anni e 7 mesi di reclusione) e una multa da 330 euro, ma da tempo Z.S., 32 anni, risultava latitante perché senza fissa dimora

Su di lui pendevano un ordine di carcerazione (2 anni e 7 mesi di reclusione per il reato di estorsione) e una multa da 330 euro, ma da tempo risultava irreperibile sul territorio italiano perché senza fissa dimora. Nel pomeriggio di mercoledì, però, intorno alle 16, Z.S., marocchino di 32 anni, è incappato nei consueti controlli che la polizia ferroviaria estende fin fuori da piazzale Stazione a Padova.

RICERCATO ARRESTATO A PADOVA. Totalmente ignaro dell’ordine di carcerazione che a suo carico, lo straniero è stato accompagnato agli uffici della Polfer con la scusa di procedere alla sua identificazione. Solo dopo avere eseguito il fotosegnalamento gli è stato notificato l’ordine di carcerazione e l'uomo è stato accompagnato al carcere Due Palazzi di Padova.

ERA IRREPERIBILE. La misura faceva riferimento a fatti commessi a Rovigo nel 2007, ma poi, con i ricorsi che si sono succeduti fino in Cassazione, solo nel 2016 questa ne aveva sentenziato la definitività e lo straniero risultava ormai irreperibile sul territorio. Assiduo frequentatore dell’area della stazione e già conosciuto dagli agenti della polizia ferroviaria per il suo stato di tossicodipendenza, nel pomeriggio di mercoledì  la polfer, appena ricevuta la misura, lo ha rintracciato, assicurandolo così alla giustizia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato per estorsione, ma irreperibile: rintracciato ed arrestato in stazione a Padova

PadovaOggi è in caricamento