menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ampliamento stadio Colbachini: annullata la gara d'appalto, i lavori di sistemazione slittano

Martedì il procedimento di annullamento in autotutela si è concluso per le significative irregolarità rilevate nell'offerta tecnica. Presto un nuovo bando

Si è concluso martedì il procedimento di annullamento in autotutela - avviato dai dirigenti del settore edilizia pubblica e impianti sportivi del comune di Padova- dell'aggiudicazione dell'appalto per i lavori di ampliamento e sistemazione dello Stadio Colbachini, per le significative irregolarità rilevate nell'offerta tecnica. 

ANNULLATO IL CONTRATTO.

"Più nel dettaglio- si legge nel comunicato- è stata annullata la determina del 2016 con la quale al termine della procedura di gara si era provveduto  all'aggiudicazione dell'appalto, del valore di 1.189.100 euro, all'impresa R.A. Costruzioni Srl  di Brindisi. La Commissione giudicatrice in sede di rivalutazione dell'offerta tecnica presentata da R.A Costruzioni, dopo aver analizzato la documentazione di chiarimento fornita dalla stessa impresa, ha  ritenuto che la proposta originaria fosse errata e non realizzabile nei termini proposti e che le correzioni apportate comportassero una significativa variazione dell'offerta a quel punto non accettabile. Ha quindi proposto l'esclusione della R.A. Costruzioni dalla gara. Va precisato anche che il contratto non era ancora stato stipulato. La commissione giudicatrice si è già riunita per valutare l'offerta dell'impresa che si era classificata al secondo posto. Dopo i 35 giorni previsti per la presentazione di eventuali ricorsi, l'aggiudicazione diventerà definitiva e si potrà passare alla stipula del contratto.

NUOVO APPALTO.

“Abbiamo ereditato una situazione delicata, ma non eccezionale, quando si tratta di appalti di lavori- commenta l'assessore allo sport e all'avvocatura civica Diego Bonavina- e abbiamo voluto immediatamente affrontarla in maniera chiara e precisa. Come previsto dal codice degli appalti, a fronte di una segnalazione circostanziata abbiamo fatto delle verifiche e richiesto dei chiarimenti. La procedura di annullamento in autotutela è uno strumento che ci permette di ripristinare la corretta aggiudicazione dell'appalto in tempi brevi e con la massima trasparenza.  Il nostro obiettivo è quello di far partire i lavori al più presto e la commissione ha già preso in mano l'offerta dell'impresa che si classificata al secondo posto in gara, per verificarne la realizzabilità tecnica. Se non ci saranno problemi, i lavori potranno iniziare  per la fine di novembre, inizi di dicembre”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento