Pozzonovo: lavori per la fibra ottica e per nuovi punti luce nelle strade più pericolose

La rete realizzata sarà esclusivamente in fibra ottica, garantendo la connessione a 1 gb al secondo, mentre un'altra minore quota di collegamenti sarà installata tramite ripetitori

Inizieranno mercoledì a Pozzonovo i lavori di posa della nuova rete in fibra ottica, attraverso cui saranno cablate oltre 1.600 case e aziende del paese. L’intervento realizzato da Open Fiber per Infratel insiste sulle cosiddette “aree bianche”, cioè quelle dove finora nessun operatore ha voluto investire, e per l’intero Veneto vale circa 400 milioni di euro. 

Cinque mesi di lavoro

La rete realizzata, dalla centrale alle singole abitazioni, sarà esclusivamente in fibra ottica, garantendo la connessione a 1 gb al secondo, mentre un'altra minore quota di collegamenti sarà installata tramite ripetitori ad alto potenziale. Per il passaggio dei cavi, ove possibile, si utilizzano infrastrutture esistenti, mentre in altre zone sarà necessario procedere con l’esecuzione di scavi che comporteranno qualche possibile disagio alla circolazione stradale. I lavori dureranno all’incirca 260 giorni e non coinvolgeranno comunque i privati: nessun cittadino sarà disturbato nella propria abitazione, al massimo opereranno su pali Enel presenti su proprietà privata. Sempre a Pozzonovo, all’incrocio tra via Argine e via Tezzon, sono partiti i lavori per l’installazione di alcuni punti luce che garantiranno maggiore sicurezza in un incrocio da sempre pericoloso. L’intervento è realizzato con risorse interamente comunali e va ad aggiungersi ad altri analoghi realizzati nei mesi scorsi. «Chiedo ai cittadini un po’ di pazienza – spiega il sindaco Arianna Lazzarini – per questi altri nuovi cantieri che interesseranno il territorio e che vanno a realizzare obiettivi di primaria importanza per il nostro paese».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Morte cerebrale per Anna, la quattordicenne colpita da arresto cardiaco a scuola

  • Live: il primo morto in Italia di Coronavirus è un padovano, Adriano Trevisan di 78 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento