Lavoravano in nero in locali fatiscenti dormendo su giacigli di fortuna: chiusa una pelletteria cinese

A Maserà di Padova: il proprietario, anch’esso asiatico, aveva 7 dipendenti di cui 5 in nero: denunciato, dovrà pagare una multa di oltre 7mila euro

Lavoravano in condizioni a dir poco disagiate. E molti di loro pure in nero: chiusa temporaneamente una pelletteria cinese.

I fatti

L’operazione è stata compiuta a Maserà di Padova dai carabinieri della locale stazione con Asl, Spisal e polizia locale del Patriarcato. Il luogo del misfatto è la pelletteria “Crea” di via Volta 17, in cui il proprietario cinese faceva lavorare sette connazionali di cui cinque in nero. Ma non è tutto: quale mensa veniva usato un locale fatiscente, e oltre a materiale di scarto per la lavorazione sono stati ritrovati dei giacigli di fortuna su cui dormivano i lavoratori. Per il proprietario è scattata la denuncia, una multa di 7.400 euro e la chiusura attività finché non metterà tutto e tutti in regola.

Pelletteria 2-2

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Tragico schianto sulla Piacenza-Brescia: muore autotrasportatore padovano

  • Linea Verde fa tappa a Padova: il fiume Brenta e la zona del Piovese protagonisti su Rai 1

  • Cantine aperte, degustazioni, fiere, concerti e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Stragi del sabato sera, maxi servizio di repressione in provincia: più di 200 persone controllate

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

Torna su
PadovaOggi è in caricamento