Delirio al night club: ubriachi aggrediscono i buttafuori a calci e mattonate

Tre uomini si sono presentati completamente ubriachi all'ingresso di un locale, dove sono stati respinti. Poco dopo sono tornati picchiando la security e rimediando un arresto

La pattuglia all'esterno del Mafalda, teatro dell'aggressione

Parapiglia nella movida notturna alle porte del capoluogo: tre uomini sono finiti in arresto dopo aver aggredito i vigilanti all'ingresso di un noto locale notturno.

Il primo approccio

Viglia di Natale movimentata al Mafalda di via Rossi, dove ieri sera era in programma una festa. Sono le 23 quando all'ingresso si presentano tre uomini: hanno fra i 27 e i 52 anni, i due più giovani sono albanesi, il più grande è italiano e vivono tutti da Montegrotto. Dalle Terme sono arrivati appositamente fino a Rubano e non hanno alcuna intenzione di rinunciare al party. Peccato che siano arrivati già visibilmente alterati e i buttafuori li abbiano respinti. Ingoiato il rospo, sulle prime il trio si è allontanato.

L'aggressione

Il delirio è scoppiato un paio d'ore dopo, quando i tre si sono ripresentati alla porta. E nel frattempo la loro condizione era peggiorata, perché hanno continuato a bere. I due dipendenti della security li hanno immediatamente riconosciuti e cacciati, ma a quel punto si è scatenata la violenza. I tre hanno lanciato contro i vigilanti dei mattoni, aggredendoli poi con calci e pugni. A quel punto hanno cercato di introdursi nel locale, ma le vittime hanno chiesto l'aiuto dei carabinieri.

L'intervento

I militari di Selvazzano e Padova li hanno rintracciati e identificati, mentre i buttafuori si facevano medicare le leggere ferite. Dede Rroshtaj di 27 anni, Rrok Toma di 37 e Fabrizio Argenton di 52 sono stati arrestati con le accuse di lesioni personali, violenza privata aggravata e minaccia in concorso. Sono poi stati rimessi in libertà, come disposto dall'autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • Governo, decreto straordinario: Vo' "sigillata" per quindici giorni, non si potrà entrare o uscire

  • Coronavirus, la lettera del sindaco Giordani ai padovani

  • Infarto durante l'ora di lezione a scuola: grave una studentessa di 14 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento