A Limena firmato accordo per contratti di locazione a canone concordato

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PadovaOggi

Siglato un accordo che permette affitti calmierati e una fiscalità più leggera per i proprietari canoni di locazione più bassi e tasse sul reddito da affitto per i proprietari al 10%. E’ questo in sintesi il ‘Contratto di locazione a canone concordato’, una modalità che consente affitti calmierati per gli inquilini e una fiscalità più leggera per i proprietari. Un contratto applicabile dal 30 ottobre scorso anche a Limena.

“Il 30 ottobre scorso è stato depositato in Comune l’accordo Territoriale per le locazioni a canone concordato previsto dalla Legge 80/2014, alla cui realizzazione hanno contribuito le associazioni più rappresentative della provincia della proprietà edilizia UPPI, Confedilizia, ASPPI e degli inquilini SUNIA, SICET e UNIAT – spiega il Sindaco Giuseppe Costa – Un accordo fortemente voluto da questa Amministrazione, per il quale ci siamo attivati in prima persona, che consentirà agli inquilini di pagare un affitto a canone calmierato con detrazioni a seconda del reddito, e al proprietario di pagare un Irpef al 10% sul canone. Inoltre, non saranno dovute imposte di bollo e di registro sul contratto di locazione. Non solo. Ci siamo impegnati con le organizzazioni sindacali, che ringraziamo per aver contribuito alla realizzazione di questo Accordo, a valutare per il 2016 un alleggerimento della fiscalità locale per le abitazioni che vengano affittate a canone concordato, contribuendo così in modo concreto all’ulteriore ribasso di tasse e affitti”.

I nuovi criteri di caratterizzazione degli immobili, impostati per premiare la conservazione e la riqualificazione del patrimonio edilizio, unitamente alla puntuale valutazione dell’eventuale arredamento consentiranno di determinare il canone ‘concertato’ di ogni singola unità immobiliare.

“E’ un accordo – conclude il Sindaco – destinato, nell’attuale difficile congiuntura economica, ad alleggerire il peso della casa sul reddito delle famiglie, riducendo così la possibile tensione sociale derivante dal comparto abitativo.”

Per informazioni e per stipulare il contratto a canone concordato, rivolgersi in Comune, in Ufficio segreteria.

Torna su
PadovaOggi è in caricamento