Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Lei chiama i carabinieri per sedare una lite e in casa si scopre la marijuana nascosta

Una donna ha chiesto aiuto ai carabinieri perché la discussione con il compagno stava prendendo una brutta piega. Ma il forte odore di marijuana ha tradito i due: lui è stato arrestato e lei denunciata

Lei chiama i carabinieri perché la lite con il compagno sta prendendo una brutta piega. E dopo aver trovato un bel po’ di marijuana in casa, l’uomo viene posto agli arresti domiciliari nella casa nella quale i due convivono in attesa della direttissima.

I fatti

Nella notte tra lunedì 14 e martedì 15 settembre una donna ha chiesto aiuto ai carabinieri: la lite con il compagno rischiava di degenerare e aveva paura. I carabinieri di Padova sono andati da loro, accertandosi come prima cosa che nessuno dei due fosse ferito. Poi però si sono accorti del forte odore di cannabis che impregnava la casa e quando hanno chiesto spiegazioni l’uomo, un 49enne, ha preso da sotto il cuscino un vasetto di vetro andando a svuotarlo nel water. Bloccato, si è scoperto che era marijuana e c’era un altro involucro pieno, due grinder, un bilancino di precisione e 1900 euro in contanti. Tutto è stato sequestrato mentre i due sono stati accompagnati al comando. Il 49enne è stato arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e detenzione ai fini di spaccio di stupefacente in concorso, la donna è stata denunciata per detenzione in concorso. Poi l’uomo è stato posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione assieme alla compagna.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lei chiama i carabinieri per sedare una lite e in casa si scopre la marijuana nascosta

PadovaOggi è in caricamento