menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quasi investito, sgrida conducente Pestato a sangue: perde l'occhio

Due fratelli accusati di lesioni gravi aggravate dai futili motivi. In febbraio, uno di loro, uscendo in auto da un garage in via Savonarola a Padova, ha quasi travolto un 30enne: insieme lo hanno massacrato di botte

Potrebbe aver perso l'occhio sinistro irrimediabilmente, a causa di quei pugni e calci al viso rimediati per una banale lite in via Savonarola a Padova. II fatti risalgono allo scorso 23 febbraio, come riportano i quotidiani locali, quando la vittima, un 30enne, passeggiando sotto i portici, avrebbe rischiato di essere investita da un'auto appena uscita dal portone di un garage. Il pedone, scampato il pericolo, avrebbe ripreso il conducente del veicolo, per quella manovra "sconsiderata", scatenando le ire dell'automobilista.

BOTTE. Quest'ultimo avrebbe iniziato prima a rispondere verbalmente al 30enne, poi, una volta sopraggiunto il fratello (entrambi 40enni), insieme avrebbero riempito di botte il malcapitato, sotto gli occhi di una vicina di casa. I due aggressori si sarebbero poi allontanati, mentre la donna ha chiamato il Suem 118 per i soccorsi.

INCHIESTA. In ospedale i medici hanno riscontrato una grave lesione che probabilmente costerà la vista all'occhio di sinistro del 30enne. Il pubblico ministero Sergio Dini ha aperto un'inchiesta per lesioni gravi, aggravate da futili motivi, nei confronti dei due fratelli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento