menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il bar Angirò a Padova

Il bar Angirò a Padova

Pestano famiglia baristi, fuggono ma "dimenticano" il cieco: presi

Una moldava e il fidanzato salernitano arrestati per lesioni aggravate alla moglie e figlia del gestore del bar cinese Angirò all'Arcella, prese a sprangate. Con i due, denunciati anche un anziano e un non vedente

A scatenare la furibonda lite degenerata in scene di violenza da film pulp di serie b sembra siano state le brioche consumate a tarda notte, ormai in orario di chiusura del bar, da un gruppo ben assortito di quattro clienti e che, uno di questi ultimi, un 31enne non vedente padovano, nel locale con il suo cane guida, si sarebbe impuntato di non pagare.

FAMIGLIA DI BARISTI PESTATA. La discussione s'infervora però con l'intervento degli altri due avventori, insieme al cieco e a un 74enne sardo ci sono infatti anche una 32enne moldava con il compagno 42enne salernitano. Questi ultimi aggrediscono il barista cinese dell'Angirò di via Callegari all'Arcella che reagisce urlando. Allertate dalle grida, scendono nel locale anche la moglie 46enne e la figlia 20enne del gestore, che abitano al piano di sopra e se le prendono a loro volta di santa ragione. La moldava arriva persino a scagliare in testa alla donna l'asta per chiudere le serrande.

ARRESTI E DENUNCE. A questo punto il gruppo di clienti lascia il bar e il titolare chiama la polizia. Non tutta la "banda" però se n'era andata. L'anziano, la moldava e il salernitano si erano infatti "scordati" il cieco, rimasto con il suo cane nel locale. Ritornati sul posto per "riprenderlo", i facinorosi hanno trovato ad attenderli anche gli uomini delle Volanti, che hanno provveduto all'arresto per lesioni aggravate in concorso e alla denuncia per ubriachezza molesta della moldava e del salernitano, entrambi residenti nel Veneziano, e alla denuncia per lesioni aggravate in concorso dell'anziano sardo, a sua volta residente nel Veneziano, e del giovane cieco padovano. Ricorse alle cure mediche del pronto soccorso, la figlia e la moglie del barista se la caveranno rispettivamente con 9 e 10 giorni di prognosi per le ferite riportate.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento