menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La campagna pubblicitaria

La campagna pubblicitaria

Lo spot-choc: Veneto ignorante? Padova migliore Università d'Italia

Galileo Innovactors' Festival lancia la campagna pubblicitaria per rivendicare il Nordest Capitale Europea della Cultura 2019 celebrando il primato nella ricerca dell'Ateneo patavino emerso dall'indagine dell'Anvur

Una campagna pubblicitaria contro i luoghi comuni, come quello per cui il Nordest sarebbe solo terra di “schei”, ignoranti, capannoni. "Si consiglia di conoscere un territorio prima di raccontarlo" è il sottotitolo del provocatorio spot lanciato dal Galileo Innovactors’ Festival, promosso da Nordesteuropa Editore e Università di Padova, che si propone l'obiettivo di rivendicare per il Nordest il ruolo di "Capitale Europea della Cultura" nel 2019, il cui dossier di candidatura è in fase di ultimazione proprio in questi giorni.

LA PROVOCAZIONE. I cartelloni, realizzati da Heads' Collective, celebrano il primato dell’Università di Padova come miglior ateneo italiano per la ricerca universitaria come riportato dai recentissimi risultati della Valutazione della Qualità della Ricerca 2004-2010 diffusi da Anvur. Ecco allora spiegato l'ossimoro dei due slogan che campeggiano nei manifesti pubblicitari: "Il Veneto è ignorante" e "Padova: la migliore Università in Italia". Nordest quindi come terra di eccellenza per la formazione e la ricerca universitaria, visto che al terzo posto dell'indagine dell'Anvur c'è anche Verona sempre tra i grandi atenei, un primato, quello nordestino, che si conferma anche nelle sezioni “medie” e “piccole università”: tra le medie, è Trento a guidare la classifica, seguita al secondo posto da Bolzano e al sesto da Ca’ Foscari di Venezia; tra le piccole università il quarto posto, spetta alla Sissa di Trieste. Importante anche il piazzamento dello Iuav di Venezia, primo ateneo italiano nell'area dell'ingegneria civile e dell'architettura.

TERRA DI CULTURA. "Venezia con il Nordest rivendicano il titolo di Capitale Europea della Cultura proprio perché, come ha dimostrato l’indagine dell’Anvur, è terra di cultura e innovazione, gli ingredienti giusti per rilanciare lo sviluppo del Paese – sottolinea Filiberto Zovico, direttore del Galileo Innovactors’ Festival - Come ha detto la stessa commissaria europea per la ricerca, innovazione e scienza Marie Geoghegan-Quinn durante il suo intervento al Galileo Innovactors’ Festival, 'l’area di Padova è conosciuta per la sua Università e per la densità dei centri di ricerca: è uno dei poli d’eccellenza dell’innovazione in Europa. Se pensiamo al futuro, Venezia è candidata con il Nordest a Capitale Europea della Cultura nel 2019: integrare questi due elementi – cultura e innovazione, così fortemente diffusi in questa regione – e creare una cultura dell’innovazione diverrebbe un modello di riferimento da seguire e imitare in tutta Europa”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento