menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Luca Azzolin si aggiudica il premio Maria Paola Belloni 2017 per la medicina rigenerativa

Premiato martedì il vincitore del 2° premio Maria Paola Belloni. Il bando, istituito nel 2016, dà l’opportunità a studenti, studiosi e laureati dell’Ateneo patavino di mettersi in gioco sostenendo progetti di collaborazione tra l’Università e il mondo dell’impresa in area medico-scientifica. Chi è il vincitore

Premiato martedì il vincitore del 2° premio Maria Paola Belloni. Il bando, istituito nel 2016, dà l’opportunità a studenti, studiosi e laureati dell’Ateneo patavino di mettersi in gioco attivamente in ambito lavorativo, sostenendo progetti di collaborazione tra l’Università e il mondo dell’impresa in area medico-scientifica, così com’era impegno dell’omonima imprenditrice. Il Premio di studio è infatti intitolato alla memoria di Maria Paola Belloni, Presidente Data Medica Padova spa e Vice Presidente dell’Associazione degli Amici dell’Università di Padova. Imprenditrice illuminata nel campo medico della medicina di laboratorio, del lavoro e della formazione nel settore bio-medico, era un’appassionata sostenitrice dei progetti di collaborazione tra Università e mondo dell’impresa.

IL BANDO

Il bando, promosso dall’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova, l’Associazione degli Amici dell’Università di Padova, e la famiglia Belloni-Regazzo in collaborazione con l’Università di Padova, prevede un premio di 5000 euro. Quest’anno il vincitore è Luca Azzolin, Alumno trentaduenne originario di Thiene laureato in Chimica con PHD in Biomedicina, che è stato scelto per l’alta qualità in termini di collocazione editoriale e impatto scientifico dei suoi contributi scientifici e delle sue pubblicazioni che hanno così concorso in modo significativo all’immagine positiva dell’Ateneo. Le ricerche di Luca Azzolin hanno contribuito in modo significativo a un avanzamento della conoscenza in ambiti fondamentali, quali la medicina rigenerativa e la biologia della cellula tumorale. Sono infatti caratterizzate da un alto livello di innovazione e hanno portato alla caratterizzazione di meccanismi fondamentali con cui le cellule dei tessuti adulti acquisiscono caratteristiche staminali nel corso della rigenerazione tissutale e nello sviluppo dei tumori.

LA PREMIAZIONE

"Anche quest’anno - commenta Andrea Vinelli, Presidente dell’Associazione Alumni dell’Università degli Studi di Padova - il premio Maria Paola Belloni ha visto partecipare molti ricercatori dalle grandi competenze in ambito scientifico sperimentale, unite a una grande passione per la ricerca. Tra le molte meritevoli, la ricerca di Luca Azzolin è stata premiata per la capacità di riprodurre risultati di notevole impatto, contribuendo così alla maggiore qualità e vastità della conoscenza medica e al progresso scientifico. Con il suo entusiasmo e la sua competenza – aggiunge Francesco Nalini, Presidente dell’Associazione degli Amici dell’Università di Padova - Maria Paola ha dato un contributo fondamentale e indimenticabile all'Associazione degli Amici dell'Università di Padova. E' per noi un onore poterla ricordare in questo modo, sostenendo la ricerca di altissimo livello prodotta dal nostro Ateneo."

LUCA AZZOLIN

Luca Azzolin, inizia i suoi studi in Chimica all’Università di Padova nel 2004, dopo aver frequentato il liceo scientifico a Bassano, e li completa nel 2009 con la laurea magistrale sempre in Chimica nella stessa università. Dopo essersi diplomato anche alla Scuola Galileiana di Studi Superiori ottiene un dottorato in Biomedicina nell’Università patavina, nella quale lavora oggi come Post-doc presso il Dipartimento di Medicina Molecolare, grazie ad una borsa di studio finanziata da AIRC.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento