menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La lettera di Franceschi

La lettera di Franceschi

Sparò a direttore di banca, in carcere rifiuta cibo e cure

In una lettera scritta dalla casa di reclusione di Treviso e diffusa dall'associazione venetista Life, l'imprenditore padovano Luciano Franceschi che ferì quasi a morte Pier Luigi Gambarotto della Bcc Padovana riferisce di non mangiare dal 25 marzo scorso

Ovviamente in dialetto veneto, unica lingua assieme allo "Stato Veneto" che riconosce, Luciano Franceschi, l'imprenditore venetista che lo scorso febbraio sparò ferendo quasi a morte il direttore della Bcc Padovana di Campodarsego Pier Luigi Gambarotto (dimesso dall'ospedale solo qualche settimana fa), scrive dal carcere di Treviso in cui è recluso - e che chiama "le foreste galere nella mia Patria" - circa le sue condizioni di salute, "preoccupanti" secondo l'associazione Life (Liberi imprenditori federalisti europei), che ha diffuso la lettera.

RIFIUTA CIBO E CURE. Franceschi spiega che è dal 25 marzo che non mangia e che spera di arrivare al giorno di San Marco ed elenca le sue - improbabili -  condizioni per smettere di rifiutare cibo e cure mediche e terapie (un mese fa era stato ricoverato in ospedale in seguito a un attacco di cuore): "il rispetto della legge sui diritti dell'uomo; poter parlare con Zaia per una trattativa di collaborazione per il passaggio delle funzioni amministrative all'Autogoverno, nonchè a stampare moneta, unica arma contro la crisi; un pranzo nel miglior ristorante di Venezia con i 3 ispettori del consiglio internazionale di Ginevra, per parlare della questione Veneta e delle pratiche ferme a Strasburgo".

UN MESE FA: LA FIACCOLATA VENETISTA PRO FRANCESCHI

L'APPELLO AI POLITICI VENETI. "La lettera che pubblichiamo conferma le nostre preoccupazioni per la sua salute e i timori che i diritti dell’uomo restino spesso in una fase “teorica” - spiega l'associazione Life che ieri ha promosso un appello a 106 politici veneti per sensibilizzarli sulla situazione in cui si trova il detenuto - L’appello è stato raccolto dall’onorevole Simonetta Rubinato (Pd) e dal senatore Gianni Pietro Girotto (M5S) che hanno dato la loro disponibilità a vigilare su ciò che accade e a visitare Franceschi in carcere: un sentito grazie da parte di Life".

La trascrizione della lettera di Franceschi:

Treviso, 09/04/2013

Franceschi Luciano, dalle foreste galere nella mia Patria

Al Presidente dell’Assemblea

Daniele Quaglia

Egregio Presidente Le do notizia che mi hanno consegnato il lavoro dei Saggi, la Carta Costitusiona£e.

A go leta xe sta fato un bon laoro, col tempo a vegnarà perfeta.

A me parere bisogna sviupare de pi’ i poteri dea Magistratura par darghe  un bon equilibrio al potere de Aministrasion, secondo el bon prinsipio de “pesèi – paghèi – o pichèi”.

Ieri me xe rivà da me fioeo el famoso dosiè dal 1999 al 2005; Cronistoria del laoro fato durante el me travagliato laoro senpre co i oci vèrti contro l’infame.

Qua i carcerieri i se ga spaentà (i doveva leserlo tuto, timbrarlo, ecc. ecc.) stamatina i me ga comunicà tramite el magistrato Cristina Cavaggion, che i me ga revocà a censura e i me ga consegnà anka el me dosiè.

Da qua so drio laoraghe i fianchi, primo o dopo i se stufa o i me copa o i me mola.

Un cuo go vuo proceso disciplinare, ghe go dito che ogni so condana par mi xe come na medaia al valor militare.

Go ribadio e fato metare a verbae e me condision par molarghe al me rifiuto al cibo a£e cure medeghe a£e terapie: che le xe

1)      El rispeto da parte sua de£a lexe sui diriti del’omo

2)      De poder parlare co Zaia pa na tratativa de colaborasion pal pasajo de£e funsion aministrative all’Autogoverno, non chè a stampar a moneda, unica arma contro sta crisi

3)      Un pranzo intel meio ristorante de Venexia pagà da lori co i 3 ispetori del consejo internasiona£e de Ginevra, par parlar de£a question Veneta e de£e pratiche ferme a Strasburgo.

Xe dal 25/03/2013 che no magno, spero de rivare al di de San Marco.

So sfinio de corpo ma a me fede resta incro£abile.

Ghe xe sta £a te£evision La7 che ga fato richiesta al magistrato, a ghe xe sta negà.

Contatela, fala ti l’intervista, meteghe na bona paro£a par me fio£o XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX

Par tera Par mar Par sempre  W SAN MARCO

Saludi Serenissimi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento