menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi Mariani

Luigi Mariani

Cerimonia ricordo di Luigi Mariani Ai familiari va il sigillo della città

Ad un anno dalla scomparsa dell'ex assessore, vice sindaco del Comune di Padova e docente universitario, Ivo Rossi e il ministro Zanonato lo hanno ricordato per la sua disponibilità e l'impegno in ogni decisione della città

"Un caro amico, un collega e un maestro, nel senso autentico del termine". Con queste parole il sindaco reggente di Padova Ivo Rossi ha voluto ricordare, a un anno dalla sua scomparsa, Luigi Mariani, ex assessore, vice sindaco del Comune euganeo e docente universitario morto a seguito di una lunga e grave malattia. Presente alla cerimonia, lunedì pomeriggio nella sala del consiglio di Palazzo Moroni, anche il ministro Flavio Zanonato che ha ricordato Mariani per la sua disponibilità e l'impegno in ogni evento o grande decisione della città. Alla vedova, alla figlia e al nipote di Mariani è stato consegnato il sigillo della città.

L'ULTIMO SALUTO DELLA CITTÀ: I funerali di Luigi Mariani

IL RICORDO DEL SINDACO. La cerimonia è stata definita da Ivo Rossi "la più toccante ed impegnativa che ci sia mai capitata". "È la prima volta - ha proseguito il sindaco - che viene celebrata alla memoria di una persona che in questa aula ha passato una parte importante della sua vita pubblica al servizio della nostra comunità". Poi Rossi ha tracciato un ritratto dell'amico e collega scomparso: "Chi era Luigi? Era un galantuomo, una persona perbene, una persona con un alto senso civico ed elevato spirito di servizio. Una persona che ha vissuto con sobrietà la sua dimensione privata e pubblica. Tratti che sembrano appartenere a mondi lontani, come molto lontane da questo tratto sono le persone che animano la scena di questo nostro tempo. Luigi era una persona schiva, dai modi gentili, dotato di straordinaria umanità". "Lo ricordiamo ancora su quel banco, sofferente, pochi giorni prima di lasciarci - ha concluso il primo cittadino padovano - quando è rimasto fino a notte fonda per dare il suo contributo alla fusione Acegas - Hera che avvertiva come importante passaggio della città verso nuovi traguardi. Di Luigi ci rimane la straordinaria lezione di etica civile, che ci ricorda come la politica possa essere attraversata con passo leggero, senza alzare la voce, facendosi forza con le sole idee e con la capacità di volerle condividere con altri".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento