Cronaca

Lutto in Coalizione Civica, se ne va lo "Zio Fulvio", la voce rock di Radio Sherwood

Lo hanno trovato senza vita i suoi colleghi al rientro dalla pausa pranzo nel loro ufficio a Selvazzano. Fulvio Tagliaferri, 46 anni il prossimo 24 settembre, era una figura molto nota in città

Lo hanno trovato senza vita i suoi colleghi al rientro dalla pausa pranzo nel loro ufficio a Selvazzano. Fulvio Tagliaferri, 46 anni il prossimo 24 settembre, è una figura molto nota in città. Lo zio Fulvio, così veniva affettuosamente chiamato dai suoi ascoltatori, la voce del programma “Reset”, in onda per anni dalle frequenze di Radio Sherwood, era la sua. Colorava i pomeriggi degli ascoltatori con musica di spessore e soprattutto con il suo modo intelligente e simpatico, ma ancor più spesso esplosivo e decisamente colorito. E con tutto il suo carico di passione per la musica, il cinema e la battuta pronta.

Rock and Roll e Techno Metal

Dalle 14 alle 17, tutti i pomeriggi, per circa una decade cominciata a fine anni Novanta, ha tenuto compagnia ai radio ascoltatori che ne apprezzavano competenza e simpatia. Non solo conduttore, è stato insieme a Manuel Remoto, lo zio Willy come veniva chiamato, il motore di un cambiamento che trasforma l’emittente da una radio libera in tutti i sensi, anche estetici, a una radio con una programmazione e un palinsesto preciso. Tagliaferri, lo zio Fulvio, era l’anima rock della radio. E’ stato uno dei primi a portare band straniere di un certo livello in città, come i Sepultura, Primal Scream, Hives tanto per citare alcuni nomi. Ed è proprio un bel Reset che si vorrebbe poter fare, tornare indietro, riavvolgere tutto, accendere la radio e sentire la sua voce “rock&roll”. E poi incontrarlo con la sua folta chioma e la rara capacità di ironizzare su tutto. 

Politica

Da subito si getta entusiasta, è il 2016, nell’avventura di Coalizione Civica, fa parte del coordinamento politico e da fine agosto era responsabile della comunicazione della lista civica. Faceva parte del gruppo territoriale centro ed è stato candidato alle ultime elezioni comunali. Molto attivo durante la campagna elettorale, lo si incontrava ai gazebo e ai banchetti mentre distribuiva volantini non negando mai una parola a nessuno. Durante quel periodo era molto impegnato sul tema degli asili e delle scuole comunali per far sì che sempre più persone le potessero frequentare. Fulvio lascia la moglie e il figlio di sette anni.

Il ricordo di Marinello

Abbiamo chiesto al consigliere Roberto Marinello di tracciarne un ricordo: «Mi sento di parlare per me, non riesco a parlare per gli altri. E’ tanto forte il dolore che sentiamo, più forte di quanto ci si possa aspettare. Fulvio era uno a cui non si poteva non voler bene, era coraggioso, portava i suoi impegni sempre avanti fino alla fine. Sono ancora incredulo, da una parte, ma questo dolore così forte mi ricorda che invece Fulvio non c’è più». Un’amicizia che dura da molti anni quella tra Marinello e Tagliaferri: «Ero il pediatra della sua famiglia, ero molto legato a loro. Una famiglia a cui mi sentivo vicino. Era un padre con mille attenzioni, affettuoso, presente. Un ragazzo così giovane, ci mancherà.  In questi ultimi anni si è battuto per le scuole, per regolarizzare i posti di lavoro di chi è impiegato nelle scuole. Fulvio era una persona che si informava, che approfondiva le questioni e poi ci metteva tutta la passione che aveva. Ed era tanta, genuina, vera». I funerali con cerimonia laica si terranno venerdì 20 settembre alle ore 15 al cimitero maggiore di Padova nella "Sala del commiato".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto in Coalizione Civica, se ne va lo "Zio Fulvio", la voce rock di Radio Sherwood

PadovaOggi è in caricamento