Cronaca

Un malore si porta via Beppe Zwirner, cameraman di Telenuovo

Cameraman e tecnico di Telenuovo, nato nel 1954 a Venezia, è stato per vent'anni un riferimento per la redazione padovana dell'emittente e per tutti i colleghi della cronaca cittadina

Si è spento a sessantasei anni, nel suo letto, Giuseppe Zwirner, con la sua compagna accanto. Cameraman e tecnico di Telenuovo, nato nel 1954 a Venezia, è stato per vent'anni un riferimento per la redazione padovana dell'emittente e per tutti i colleghi della cronaca cittadina dai quali era molto amato. «Tutte le volte che c'era bisogno ti voltavi e c'era lui, con la sua sigaretta in bocca, pronto a dare una mano, a risolvere qualsiasi problema», ricorda commosso e incredulo, Carlo Della Mea, giornalista di Telenuovo. E' stata proprio la redazione a rendere nota la notizia, con un comunicato. 

Beppe

«Lavoratore appassionato e instancabile, sempre disponibile a correre sul posto con la sua inseparabile telecamera, Beppe era volto conosciuto in tutta la città nonostante volesse rimanere sempre dietro l'obiettivo. Era il benvenuto negli uffici, nei palazzi e nei palcoscenici padovani: una presenza che non passava inosservata, anche per il suo look d'antan e il suo incedere perentorio. Con le sue immagini ha raccontato i principali fatti di cronaca, politica e costume avvenuti nel nostro territorio», raccontano i colleghi. Beppe, così lo chiamavano tutti, aveva grandi passioni da sempre coltivate: «Amante della musica, classica in particolare ma non solo, il nostro collega ha ripreso e permesso di mandare in onda innumerevoli concerti e spettacoli andati in scena in città. Era molto legato ai Solisti Veneti e alla figura del Maestro Claudio Scimone. Al fianco della redazione sportiva, è stato testimone di partite ed eventi importanti, tra calcio, rugby e volley, così come dei ritrovi e delle iniziative tra i tifosi del Padova». Anche chi scrive lo ricorda sempre pronto alla battuta ma anche al confronto sui temi della politica. «Di lui ci rimarrà l'ironia dissacrante, la capacità di sdrammatizzare, la gentilezza d'altri tempi, la sua infinita disponibilità in qualsiasi situazione, lavorativa e personale. Le infinite chiacchierate, i mille caffè, le sigarette fumate nei posti più improbabili.Tutti noi di Telenuovo vogliamo salutare un amico. Un amico prima di un collega, che ci ha lasciato questa mattina all’improvviso. Vogliamo salutare Giuseppe Zwirner, per tutti Beppe, compagno di lunghissime giornate di lavoro. La nostra vicinanza va ora a tutti i famigliari. Ciao Beppe, ci mancherai tantissimo». All'abbraccio a Beppe dei colleghi di Telenuovo si unisce anche la redazione di PadovaOggi. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un malore si porta via Beppe Zwirner, cameraman di Telenuovo

PadovaOggi è in caricamento