Maltempo, è allerta gialla: crescono i livelli dei fiumi Bacchiglione e Brenta

Il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto ha dichiarato lo stato di attenzione fino alle ore 23 di lunedì 6 maggio per criticità idraulica nella provincia di Padova

Il fiume Brenta in piena (foto di archivio)MAltempo,

Allerta gialla per la crescita costante dei fiumi Bacchiglione e Brenta: sotto osservazione i principali corsi d'acqua a Padova e provincia. Emblematica la situazione del fiume Bacchiglione a Voltabarozzo: alle ore 16 di domenica 5 maggio il livello era di 8.14 metri, mentre alle ore 18 il fiume è salito fino a 10.19 metri.

L'allerta gialla

Questo l'aggiornamento diramato dalla Regione Veneto sull'allarme maltempo: "In riferimento alla situazione meteorologica attesa sul territorio regionale, come da avviso di condizioni meteo avverse emesso oggi, il Centro Funzionale Decentrato della Regione del Veneto, al fine di garantire un monitoraggio costante della situazione e la massima prontezza operativa del Sistema di Protezione Civile, ha dichiarato:

- Per criticità idrogeologica fino alle ore 8 di lunedì 6 maggio lo stato di attenzione (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme/allarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni) nei seguenti bacini idrografici:

  • Vene-A, (Alto Piave, provincia di BL);
  • Vene-H, (Piave Pedemontano, province di BL e TV);
  • Vene-B, (Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone, province di VI, BL, TV, VR);
  • Vene-E, (Basso Brenta-Bacchiglione, province di PD, VI, VR, VE, TV);
  • Vene-F, (Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, province VE, PD, TV);
  • Vene-G, (Livenza, Lemene e Tagliamento, province VE, TV).

- Per criticità idraulica lo stato di attenzione fino alle ore 23 di lunedì 6 maggio per criticità idraulica rete principale (da riconfigurare, a livello locale, in fase di preallarme/allarme, a seconda dell’intensità dei fenomeni) nel bacino idrografico Vene-E, (Basso Brenta-Bacchiglione, province di PD, VI, VR, VE.

Il livello idrometrico delle aste dei fiumi Bacchiglione, Brenta, Livenza e Monticano nelle sezioni di pianura è previsto in crescita nelle prossime ore. Il possibile verificarsi di rovesci o temporali localmente anche intensi, potrebbe creare disagi al sistema fognario e lungo la rete idrografica minore. Si segnala la possibilità d'innesco di fenomeni franosi superficiali sui versanti e la possibilità di innesco di colate rapide specie nelle zone di allertamento di Vene-A, Vene-H, Vene-B.

L'allerta gialla prevista per rischio idraulico su rete secondaria e geologico terminerà alle ore 8 di lunedì 6 maggio. L'allerta idraulica gialla su Vene-E (Basso Brenta Bacchiglione) e Vene-G (Livenza, Lemene e Tagliamento) è valida fino alle ore 23 di lunedì 6 maggio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

  • Femminicidio di Cadoneghe: la denuncia e i retroscena di un delitto "annunciato"

Torna su
PadovaOggi è in caricamento