menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Maltempo, allagamenti nell'Alta e grandine nella Bassa: l'agricoltura conta i danni

Il bilancio dopo il fortunale di sabato scorso. Coldiretti Padova sta raccogliendo le segnalazioni delle aziende: danni alle coltivazioni di mais, ai vigneti e ai frutteti

I forti temporali che sabato scorso hanno interessato buona parte della provincia hanno lasciato il segno anche sull’agricoltura padovana. La grandine e la pioggia battente hanno provocato danni soprattutto alle colture a pieno campo, in particolare al mais ormai in via di maturazione, ai frutteti e ai vigneti. Gli allagamenti e il vento forte hanno danneggiato anche le strutture delle aziende agricole. Le zone più colpite sono l’Alta Padovana, soprattutto il Camposampierese, e la Bassa Padovana nei dintorni di Monselice e Montagnana. In queste ore, Coldiretti sta raccogliendo numerose segnalazioni da parte degli agricoltori alle prese con gli effetti del maltempo.

GRANDINE NELLA BASSA. Nella Bassa Padovana è la grandine ad aver creato i danni maggiori: si segnalano conseguenze sulla frutta nel pieno della raccolta e sui vigneti a Merlara, Urbana e Castelbaldo. A Pozzonovo, invece, la grandine ha distrutto diversi ettari di mais, mentre fra Monselice e il Conselvano si registrano allagamenti più o meno diffusi in via di risoluzione.

ALLAGAMENTI NELL'ALTA. Nell’Alta Padovana, invece, è l’acqua ad aver messo in difficoltà l’agricoltura, con estesi allagamenti nel Camposampierese: a Campodarsego, in località Fiumicello e Bronzola, a Borgoricco, a San Giorgio delle Pertiche e Campo San Martino. Decine di ettari di coltivazioni, in particolare mais e frumento, sono finite sott’acqua. Se il deflusso non sarà veloce le piante marciranno rapidamente mettendo a rischio il raccolto in una vasta area. Più modesti invece i danni causati dalla breve grandinata che ha interessato alcuni territori limitati.

COLDIRETTI. Gli agricoltori si stanno rivolgendo anche al Condifesa Padova, il consorzio per la difesa delle produzioni agricole tramite il quale hanno attivato le assicurazioni agevolate contro le calamità atmosferiche. "Ormai le formule assicurative coprono un’ampia gamma di rischi legati anche ai fenomeni atmosferici – ricorda Coldiretti Padova – e questa si sta rivelando l’unica forma di tutela delle produzioni agricole. Una difesa 'passiva', che permette alle imprese di poter recuperare in tempi abbastanza rapidi una parte significativa delle perdite. Per questo dobbiamo continuare ad incentivare il ricorso a queste opportunità di tutela del reddito e delle produzioni da parte dei nostri imprenditori agricoli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento