Maltempo 7 luglio, sindaco Bitonci chiede stato di crisi per calamità

Il primo cittadino di Padova ha presentato alla Regione la richiesta formale dopo il violento fortunale che si è abbattuto sul capoluogo euganeo lo scorso lunedì sera causando ingenti danni a privati e beni pubblici

Albero abbatte recinzione di una scuola in viale Codalunga a Padova e, nel riquadro, il documento per la richiesta dello stato di calamità

Il sindaco di Padova, Massimo Bitonci, batte cassa e presenta alla regione Veneto la richiesta di stato di crisi per calamità naturale dopo il violento fortunale abbattutosi sul capoluogo euganeo la sera di lunedì 7 luglio.

LA RICHIESTA. "Si è verificata un'eccezionale e grave calamità naturale per condizioni meteorologiche avverse (tromba d'aria e forte acquazzone) - si legge nel documento ufficiale firmato dal primo cittadino - che ha comportato gravi e diffusi danni a beni mobili [...] e immobili sia pubblici che privati. Più che danni conseguenti le forti precipitazioni d'acqua, sono state le forti folate di vento a determinare i danni maggiori per il crollo di numerose alberature".

VIDEO (LUNEDÌ): Albero cade su auto in corsa

IL TEMUTO "BIS". Martedì sera, sempre nel tardo pomeriggio-prima serata, i padovani hanno temuto si verificasse pure un "bis". Un nuovo temporale ha "visitato" la provincia euganea ma, fortunatamente, i minacciosi nuvoloni non hanno scatenato lo stesso inferno del giorno prima. Ancora piogge e vento, ma di tutt'altro calibro. Le previsioni meteo, però, promettono ancora tempo variabile e possibilità di perturbazioni fino a giovedì. Da venerdì, invece, dovrebbe tornare il sereno.

SENZA ELETTRICITÀ. Blackout prolungati, con residenti ed esercenti imbufaliti, si sono registrati in alcuni quartieri e vie di Padova, a causa delle forti raffiche che hanno mandato in tilt le linee, in alcuni punti danneggiate da alberi e rami piegati dal vento. Una testimonianza arriva da Davide Galetta, titolare del ristorante "Principe d'Altamura" in via Malaman, zona Santa Croce", che ci riferisce che da lunedì sera il locale è rimasto senza corrente, una situazione che si è risolta solo nella mattinata di mercoledì, quando ristoratori e residenti non sapevano più a chi appellarsi: "Oltre alla merce da buttare abbiamo perso anche l'incasso, paghiamo più di 6mila euro all'anno di elettricità. Per fortuna ora hanno risolto, ma è comunque assurdo il mancato servizio".

PANORAMICA DELL'ULTIMO TEMPORALE DI MARTEDÌ:

PANORAMICA DEI DANNI A PADOVA E PROVINCIA DEL MALTEMPO DI LUNEDÌ:

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attenti solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente, esce di strada e si schianta nel fosso: muore un 56enne

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Schianto in moto: ricoverato in gravi condizioni Fausto Dorio, sindaco di Villafranca

  • Si getta sui binari alla stazione di Padova: treni in tilt all'alba di lunedì

  • Scoperti due boss dello spaccio nella Bassa: i clienti per proteggerli finiscono denunciati

  • Auto travolge ciclista alla rotonda: l'uomo di 40 anni è grave in ospedale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento