menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La figlia gioca, la chiude nel lettino pieghevole e picchia la mamma

Marito e padre di famiglia. Un 41enne romeno, residente in Arcella a Padova, è stato arrestato per maltrattamenti, nella notte tra martedì e mercoledì. I carabinieri erano già stati in quella casa qualche ora prima

Un papà dovrebbe sorridere vedendo la propria bambina di 5 anni ridere e giocare. Ma quel genitore, che già da tempo vessava la propria famiglia, sottoposta ai continui maltrattamenti di un'indole burbera e irascibile, quando ha visto la figlioletta saltare su un lettino pieghevole da campeggio, non ci ha visto più: ha richiuso il lettino sulla piccola. Una ferocia intollerabile per la madre, che non ha resistito all'ennesimo abuso, ed è corsa a liberare la sua bambina.

DUE CHIAMATE AL 112 IN UN GIORNO. Un affronto che, quel marito e padre "padrone" non ha tollerato. La donna è stata massacrata di botte, tanto da rimediare una distorsione della rachide cervicale e varie ecchimosi sotto il mento, al livello del collo, per una prognosi di 10 giorni. È accaduto nella notte tra martedì e mercoledì, in un'abitazione in Arcella a Padova. La moglie, stremata e impaurita, ha chiamato il 112. Non era la prima visita dei carabinieri in quella casa, sempre per lo stesso motivo. Ma, quel giorno, era la seconda volta. Poche ore prima, alle 20, la donna aveva, infatti, già chiesto aiuto ai militari, ma, al loro arrivo, la situazione sembrava essere tornata alla normalità.

ARRESTATO. Non è stato così. Il "giochino" della figlia ha fatto scattare i nervi all'uomo, che si è scagliato nuovamente contro la bimba e la madre. Questa volta, però, per M.B.B., 41 anni, romeno, residente a Padova, sono scattate le manette con l'accusa di maltrattamenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento