L'addestramento diventa tortura: scariche elettriche al cane per renderlo obbediente

Un giovane straniero residente nel Padovano è stato scoperto mentre, per educare il cane, lo colpiva con la corrente. Denunciato dai militari, dovrà rispondere di maltrattamento

Il giovane si è improvvisato addestratore, senza però tenere conto della salute del suo animale e delle norme sul maltrattamento, che gli sono costate una denuncia da parte dei carabinieri di Cittadella.

Le sevizie

I militari lo hanno sorpreso mercoledì mattina, arrivando nella sua casa di Piazzola sul Brenta in seguito ad alcune segnalazioni. Un cane maltrattato dal suo stesso padrone che, nella sua visione distorta, aveva scelto un metodo terribile per educarlo: le scariche elettriche. Proprio durante una sessione di "addestramento" il 27enne, di origine moldava e residente a Villafranca, ma di fatto domiciliato a Piazzola, ha ricevuto la visita delle forze dell'ordine.

I provvedimenti

Impossibile negare l'evidenza: il ragazzo si era procurato un guinzaglio modificato, in grado di inviare scariche elettriche direttamente al collo del cane. Ha cercato di giustificarsi, spiegando di volerlo rendere ubbidiente, ma la legge è molto severa in questo ambito ed è perciò stato denunciato per maltrattamento di animali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gravissimo incidente, esce di strada e si schianta nel fosso: muore un 56enne

  • «Bisogna mozzargli mani e piedi»: minacce via Facebook al sindaco di Cadoneghe

  • Schianto in moto: ricoverato in gravi condizioni Fausto Dorio, sindaco di Villafranca

  • Scoperti due boss dello spaccio nella Bassa: i clienti per proteggerli finiscono denunciati

  • Donna falciata in strada davanti al Cnr: centrata da un’auto è gravissima

  • Rapina al bar: titolare legato e minacciato dai banditi armati dopo la chiusura

Torna su
PadovaOggi è in caricamento