rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Cervarese Santa Croce

Blitz nell'allevamento-lager: il proprietario li vendeva sul web, salvati 21 cani prigionieri

Le Guardie zoofile hanno denunciato per maltrattamento di animali un 63enne di Fossona di Cervarese. L'indagine è scattata grazie alle proteste dei vicini

É stato denunciato per maltrattamento di animali un 63enne di Fossona di Cervarese. Come riportano i quotidiani locali, il gruppo Zoofilo di Padova ha sequestrato 21 cani tenuti in pessime condizioni igienico-sanitarie. L’uomo vendeva i barboncini su internet.

LE PROTESTE DEI RESIDENTI. Le guardie Zoofile e i carabinieri del Nas sono intervenuti in seguito alla segnalazione dei vicini di casa. Gli zoofili, fingendosi interessati all’acquisto di un barboncino, sono entrati nell’allevamento-lager dove hanno potuto constatare le condizioni degli animali.

LA CASA-LAGER. I cani vivevano in spazi angusti, tra odori nauseabondi ed escrementi. In un caso, quattro cani dovevano condividere una sola cuccia. Alcuni erano all’interno di scatoloni di cartone, intrisi di feci e di urina. Molti avevano il pelo diradato, le unghie lunghe ed erano molto magri. I 21 cani, tutti barboncini ad eccezione di uno di taglia grande, sono stati sequestrati e portati al canile di via Erbecè a Monselice.

VENDITA SUL WEB. Gli investigatori sono riusciti a recuperare alcuni annunci di vendita dei cani su un noto sito di annunci. Il titolare dell’allevamento è indagato dal pm Sergio Dini per maltrattamento di animali. Tra qualche settimana la procura potrebbe, terminati gli accertamenti, chiedere l’eventuale processo per l’uomo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz nell'allevamento-lager: il proprietario li vendeva sul web, salvati 21 cani prigionieri

PadovaOggi è in caricamento