menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un albero abbattuto (foto d'archivio)

Un albero abbattuto (foto d'archivio)

Protestarono contro l'abbattimento degli alberi, mamma e figlie finiscono a processo

Le tre donne, nel giugno 2013, abbracciarono le piante di via D'Annunzio, in zona Città Giardino a Padova, impedendo l'intervento affidato agli operai dal Comune

Interruzione di pubblico servizio. È il reato per cui sono finite a processo una mamma di 50 anni e le sue due figlie, di 22 e 21 anni. La vicenda risale al giugno 2013, quando, come riportano i quotidiani locali, le tre donne impedirono che gli operai incaricati dal Comune di abbattere alcuni alberi in via D'Annunzio a Padova, zona Città Giardino, portassero a compimento il lavoro.

ECOLOGISTE ALLA SBARRA. Le tre ecologiste, infatti, abbracciarono le piante, ostacolando l'intervento in loro difesa. Diverso il parere dell'amministrazione comunale e dell'allora assessore al Verde Andrea Micalizzi, per cui gli alberi in questione andavano abbattuti perché malati. Le tre donne vennero quindi denunciate. Martedì, l'inizio del processo davanti al giudice del tribunale monocratico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Superenalotto: vincite a Noventa Padovana e a Este

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento