Cronaca Piazze / Via VIII Febbraio

Manifestazione dei commercianti in centro: protesta contro le chiusure disposte dal dpcm

Davanti a Palazzo Moroni si sono riunite tutte e quattro le associazioni di categoria. Non sono mancati momenti di tensione, fischi e cori

Ascom, Confesercenti, Appe e Acc: le associazioni di categoria erano tutte presenti nella mattina di venerdì 30 novembre. Di fronte a Palazzo Moroni alle 13 si sono radunate all’incirca 600 persone.

La manifestazione

Ristoratori, baristi, negozianti, agenti di viaggio e titolari di palestre sono scesi in piazza per protestare contro le chiusure stabilite dall’ultimo dpcm. Le mascherine sono mancate mentre con il distanziamento si è fatto decisamente più fatica. Sul palco, sistemato sotto il Comune, si sono alternati lavoratori, rappresentanti delle associazioni, politici e istituzioni. Momenti di tensione si sono vissuti in due occasioni. I primi fischi sono stati rivolti all’assessore al Commercio del Comune Antonio Bressa che dopo aver espresso vicinanza ai commercianti e aver spiegato che la giunta farà il possibile per farsi interlocutore, ha citato l’asporto a cena che andrebbe potenziato per sopperire al momento. Fischi, cori come «Stai zitto», «Vergogna» si alternavano alle urla. Stessa scena poco dopo, quando il presidente della Provincia Fabio Bui ha ricordato gli sforzi dei medici e l’ingente numero di persone che ogni giorno si rivolgono al pronto soccorso. Questa volta il coro gridava «Verità» e «Basta terrorismo».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manifestazione dei commercianti in centro: protesta contro le chiusure disposte dal dpcm

PadovaOggi è in caricamento