"Mazzette" per il rilascio dei permessi di soggiorno ai cinesi: arrestato un poliziotto

Un agente in servizio alla questura di Padova è finito in manette, lunedì mattina, e altri sei risultano indagati per corruzione e violazione delle leggi sull'immigrazione

Un agente della questura di Padova è stato arrestato, lunedì mattina, e altri sei risultano indagati, nell'ambito della seconda tranche dell'inchiesta legata alle presunte "mazzette" per accelerare il rilascio dei permessi di soggiorno ai cittadini cinesi

UN POLIZIOTTO IN MANETTE E 6 INDAGATI. In settembre, infatti, erano già finiti in manette un impiegato della questura e un un broker cinese 27enne, che avrebbe fatto da tramite tra l'arrestato e i connazionali in attesa dei documenti. Ora, nei guai sono finiti 7 poliziotti, accusati di corruzione e violazione delle leggi sull'immigrazione.

CHI SONO. ​Uno degli agenti indagati è in pensione da alcune settimane, un altro è assente dal servizio dal 2013, un terzo presta servizio fuori provincia, mentre gli altri tre, già in servizio presso il locale ufficio Immigrazione, sono stati cautelativamente trasferiti ad altro incarico in attesa che la loro posizione sia definita in sede processuale. Oltre agli agenti, nel registro degli indagati sono finiti anche due avvocati ed alcuni professionisti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Inferno in autostrada: esplode tir, carbonizzato l'autista, feriti due lavoratori

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • 30 secondi di pura magia: il video spot del Natale a Padova

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

Torna su
PadovaOggi è in caricamento