"Mazzette" per il rilascio dei permessi di soggiorno ai cinesi: arrestato un poliziotto

Un agente in servizio alla questura di Padova è finito in manette, lunedì mattina, e altri sei risultano indagati per corruzione e violazione delle leggi sull'immigrazione

Un agente della questura di Padova è stato arrestato, lunedì mattina, e altri sei risultano indagati, nell'ambito della seconda tranche dell'inchiesta legata alle presunte "mazzette" per accelerare il rilascio dei permessi di soggiorno ai cittadini cinesi

UN POLIZIOTTO IN MANETTE E 6 INDAGATI. In settembre, infatti, erano già finiti in manette un impiegato della questura e un un broker cinese 27enne, che avrebbe fatto da tramite tra l'arrestato e i connazionali in attesa dei documenti. Ora, nei guai sono finiti 7 poliziotti, accusati di corruzione e violazione delle leggi sull'immigrazione.

CHI SONO. ​Uno degli agenti indagati è in pensione da alcune settimane, un altro è assente dal servizio dal 2013, un terzo presta servizio fuori provincia, mentre gli altri tre, già in servizio presso il locale ufficio Immigrazione, sono stati cautelativamente trasferiti ad altro incarico in attesa che la loro posizione sia definita in sede processuale. Oltre agli agenti, nel registro degli indagati sono finiti anche due avvocati ed alcuni professionisti. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa del Salone, incontri, fiere, mercatini e sagre: gli eventi del weekend a Padova

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Blocco del traffico, come funziona: il vademecum con tutte le informazioni utili

  • Giro d'Italia: la tappa del 22 maggio 2020 avrà l'arrivo a Monselice

Torna su
PadovaOggi è in caricamento