menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso di meningite nel Padovano in un bambino di quattro anni della Saccisica

"La situazione del piccolo è sotto controllo", rassicura la Direzione generale dell'Azienda Ulss 16 di Padova. Profilassi per 136 bimbi e 30 animatori di un Grest nel Piovese

Un caso di meningite da meningococco è stato riscontrato in un bambino di 4 anni residente in un comune della Saccisica. Lo comunica la Direzione generale dell’Azienda Ulss 16 di Padova.

CASO DI MENINGITE. Il 3 agosto scorso, il piccolo è stato condotto dai genitori al pronto soccorso dell’ospedale di Piove di Sacco, dove i medici hanno rilevato alcuni sintomi, quali febbre, cefalea e manifestazioni cutanee tipiche della meningite. Immediati la diagnosi e l’avvio della terapia antibiotica di supporto, che nel giro di un’ora ha portato al trasferimento del bimbo al reparto di Terapia intensiva pediatrica dell’Azienda ospedaliera di Padova, dove il bambino si trova tutt’ora ricoverato ma in costante miglioramento. La tempestività della diagnosi ha infatti permesso di intervenire prontamente e in maniera efficace sul piccino, che è avviato a guarigione.

INCHIESTA. Nel frattempo il personale dell’Uoc Igiene e sanità pubblica del dipartimento di Prevenzione dell'Ulss 16 ha provveduto ad avviare un’inchiesta in merito al contesto in cui vive il bimbo, che nelle ultime settimane aveva frequentato il Grest parrocchiale in un comune differente da quello di residenza, ma sempre nell'area del Piovese.

PROFILASSI AI BIMBI DEL CENTRO ESTIVO. Nel pomeriggio del 4 agosto, il personale dell’Ulss di Padova ha organizzato un incontro con tutti gli operatori e i genitori dei 136 bambini che frequentano il centro estivo per informarli debitamente sulla meningite e consigliando la profilassi più adatta. L’antibiotico è stato consegnato ai genitori e somministrato quindi a tutti e 136 i piccini e ai 30 animatori che lavorano nel centro, oltre ai famigliari e ai parenti più stretti del bimbo colpito da meningite.

"NESSUN MOTIVO DI ALLARME". Tutte le tempestive misure sono state adottate in base alle linee guida scientifiche e rispettando le indicazioni regionali e nazionali in materia. Gli esperti dell’Azienda Ulss 16 hanno inoltre inviato una comunicazione a tutti i medici di medicina generale e pediatri di libera scelta sul caso, fornendo indicazioni di dettaglio su come agire e quali informazioni dare a chi si dovesse loro rivolgere. Numerose in particolare le richieste di informazioni in merito giunte al pronto soccorso di Piove di Sacco. L’Azienda ribadisce che non esiste alcun motivo di allarme sanitario, trattandosi di casi sporadici che rientrano nella normale incidenza epidemiologica.

DUE I CASI NEL 2016. Lo scorso anno, in Ulss 16 sono stati registrati 3 casi di meningite da meningococco; nel 2016, ad oggi, siamo a quota 2. Inoltre, non esiste alcun collegamento tra il caso descritto e l’emergenza legata al rientro dei giovani da Cracovia di martedì scorso. Per maggiori informazioni è comunque possibile rivolgersi all’ufficio Epidemiologia e profilassi dell’Uoc Igiene e sanità pubblica di Padova al numero 049 8214237.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento