menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fuggita in Siria per arruolarsi con l'Isis: il pm chiede condanna di 5 anni per Meriem

Mercoledì, in tribunale a Venezia, il pubblico ministero ha concluso la requisitoria e formulato la sua richiesta di pena nei confronti della ventenne di Arzergrande accusata di arruolamento con finalità di terrorismo internazionale

Mercoledì mattina il pm Crupi ha concluso la requisitoria nei confronti di Meriem Rehaily, la 22enne di origini marocchine che nel luglio del 2015 è scappata da Arzergrande, dove viveva con la famiglia, per andare in Siria e arruolarsi con l'Isis, ora è ricercata con l'accusa di arruolamento con finalità di terrorismo internazionale. Come riportano i quotidiani locali, mercoledì mattina il pm Crupi ha chiesto per la giovane una pena di 5 anni.

A DICEMBRE LA SENTENZA.

L’accusa ha ricostruito il viaggio di Meriem, partita dall’aeroporto di Bologna per raggiungere la Siria, la sua guerra personale contro l'Occidente, la sua adesione alla "cyber-jihad" come "soldato dell'esercito informatico" e la redazione della killing list jihadista con i dati relativi a dieci dirigenti delle forze dell’ordine “da uccidere”. Il processo è stato rinviato al prossimo 28 novembre mentre la sentenza dovrebbe arrivare il 12 dicembre prossimo.



 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento