rotate-mobile
Cronaca Mestrino

Un male incurabile si è portato via per sempre Marco Paccagnella

Ieri 21 aprile la notizia del decesso. Trentuno anni, dipendente del comune di Mestrino, ex calciatore, ingegnere, adesso svolgeva il ruolo di responsabile della scuola calcio della AtleticoLissaro 88. Lascia un vuoto enorme tra tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo

Un'altra giovane vita spazzata via da un male incurabile. Domenica 21 aprile è morto ad appena 31 anni Marco Paccagnella, ingegnere impegnato all'ufficio tecnico di Mestrino, comune questo dove aveva anche la residenza. Un uomo, ancora con il sorriso di un ragazzino che aveva la passione per il calcio, adorava la sua famiglia e sperava in cuor suo di contribuire a far crescere la società calcistica dove era impegnato con grande impegno: la AtleticoLissaro 88. La sua morte ha lasciato nello strazio, oltre alla mamma e la sorella, anche il papà, persona molto nota nell'associazionismo locale per essere il promotore e l'organizzatore del Palio di Lissaro.

Chi era

Marco Paccagnella si era laureato in ingegneria edile all'università di Padova. Era gratificato dal suo lavoro e desiderava mettere a disposizione dell'ufficio tecnico comunale tutte le sue competenze. Non appena aveva del tempo libero si portava sempre al campo sportivo, visto che Marco era il responsabile della scuola calcio dell'AtleticoLissaro88. Con i suoi giovani giocatori, ma anche con gli altri dirigenti aveva un rapporto speciale, dettato dalla sua allegria e dalla sua semplicità. Ecco che non appena si è sparsa la voce che il trentunenne non ce l'aveva fatta, negli ambienti professionali, ma anche sportivi è calato il gelo. 

I messaggi di cordoglio

«Marco Paccagnella era un ragazzo di grande stile comportamentale, il ragazzo che tutti vorremmo come figlio, un grande appassionato di calcio, sempre disponibile, sempre con il sorriso, ieri ci ha lasciati nonostante abbia vissuto la sua partita più difficile affrontando ogni passo della malattia sempre a testa alta. Un abbraccio forte da parte della Società MestrinoRubano alla sua famiglia, al paese di Lissaro, alla società AtleticoLissaro88 e al comune di Mestrino dove ha lavorato in questi anni e dove abbiamo avuto modo di apprezzarlo ulteriormente». I vertici dell'Asd Atleticolissaro hanno scritto: «Hai sempre fatto parte della nostra famiglia, fin da piccolo, quando sul nostro campo hai cominciato a dare i primi calci ad un pallone. Sei cresciuto con Atleticolissaro e l’Atleticolissaro è cresciuto con te. Da giocatore hai sempre combattuto su ogni pallone per difendere i nostri colori. Come allenatore hai trasmesso la tua passione e fatto crescere tanti dei nostri ragazzi. Da responsabile della scuola calcio ti sei sempre impegnato per dare ai nostri ragazzi e ai nostri allenatori il meglio. Grazie Marco per tutto quello che hai fatto per i nostri colori. Siamo certi continuerai a fare il tifo per noi! Ciao Marco!».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un male incurabile si è portato via per sempre Marco Paccagnella

PadovaOggi è in caricamento