Allagamenti nella Bassa Padovana La situazione Comune per Comune Ancora pioggia ponte 1° maggio La violenta grandinata a Merlara

Dal meteo non arrivano buone notizie. Le prossime ore all'insegna di nuove precipitazioni. La protezione civile ha dichiarato lo stato di allarme idrogeologico soprattutto nella provincia euganea lungo il Fratta

Via Canton a Sant'Elena, 1° maggio (fonte: YouReporter)

Sono giorni drammatici per la Bassa padovana, da domenica in balia di piogge e temporali che hanno scaricato in zona una quantità elevata d'acqua che ha mandato completamente in tilt il sistema di smaltimento delle acque lungo la rete fognaria e di bonifica. Purtroppo dal meteo non arrivano buone nuove. Le previsioni del centro Arpav di Teolo segnalano per le prossime ore nuove precipitazioni. La protezione civile ha dichiarato lo stato di allarme idrogeologico fino a mercoledì soprattutto nella provincia euganea lungo il bacino del Fratta.

DOMENICA: I primi allagamenti a Este e Montagnana - LUNEDÌ: Prime evacuazioni a Carceri e Stanghella - MARTEDÌ: A Monselice salvate 4 famiglie isolate dall'acqua

AGGIORNAMENTO ORE 18. L'incessante pioggia con temporali abbattutasi in tutta la provincia euganea non ha risparmiato nemmeno la città di Padova, che nel corso della giornata di mercoledì si è trovata con strade trasformate in fossati da guadare, come accaduto in via Crescini, parallela di via Facciolati (guarda IL VIDEO). Coldiretti continua con la conta dei danni dopo la lunga grandinata che in mattinata ha colpito il territorio tra Merlara e Montagnana. C’è preoccupazione per le conseguenze sui vigneti dell’area Doc Merlara, come per tutte le altre colture a cielo aperto, molte delle quali già soggette ad allagamento. Inoltre i violenti temporali di queste ore aggravano la situazione nelle zone già colpite nei giorni scorsi e peggiorano le condizioni della rete di scolo.

AGGIORNAMENTO ORE 15. Secondo il monitoraggio della Protezione civile provinciale, i comuni più colpiti sono Stanghella, Ponso e Villa Estense, ma tutta l’area della Bassa padovana è interessata dal deflusso delle acque. In diversi casi si è reso necessario l’utilizzo di pompe idrovore per lo svuotamento di case parzialmente allagate e per la pulizia delle strade invase dalle acque. Sono stati inoltre distribuiti 29.500 sacchi di sabbia. Più di un’amministrazione comunale ha dovuto provvedere a sfollare alcune famiglie per poterne garantire la sicurezza. Le previsioni meteo non migliorano e si prevedono nuove precipitazioni nella giornata di oggi. Questo potrebbe ulteriormente gravare sui canali di scolo e sugli scarichi fognari, rallentando le operazioni di ripristino della rete viaria e di ritorno nelle abitazioni per la popolazione sfollata. La Protezione Civile provinciale è presente ed attiva in tutto il territorio con 26 squadre locali e 87 volontari attualmente impegnati nelle operazioni di soccorso e monitoraggio.

AGGIORNAMENTO ORE 13. Dopo le piogge intense dei giorni scorsi anche una fitta grandinata nella zona di Merlara (GUARDA IL VIDEO) ha interessato il Padovano, rendendo difficile la situazione soprattutto nella parte sud della provincia. Preoccupano i livelli del canale Fratta-Gorzone che attraversa buona parte della Bassa padovana e che ha raggiunto il livello di guardia, oltre i due metri, a seguito dello scarico delle acque pompate via da case e scantinati. "La cosa incredibile - ha spiegato l'assessore provinciale alla Protezione civile Mauro Fecchio - è che la protezione civile è assegnata alle Provincie in misura ridotta, se dovessimo applicare alla lettera la nuova norma sarebbe solo di competenza della Regione e dei Comuni, allora sì che sarebbe il caos". A complicare la macchina organizzativa degli interventi, ha poi aggiunto l'assessore, c'è anche il fatto che buona parte del personale è stato impiegato venerdì nel bomba-day di Vicenza e sabato e domenica nella gestione del flusso di pellegrini alla Basilica del Santo e nella Maratona del Santo di Padova. "Gli equipaggi sono stremati - ha concluso - speriamo solo che il meteo sia clemente nelle prossime ore".

VIDEO: Gli allagamenti a Solesino - Gli allagamenti a Este

AGGIORNAMENTO ORE 12. A Este via Morlungo momentaneamente chiusa per allagamento e sottopasso della ferrovia via Cortona completamente allagato in zona industriale. A Sant’Elena sottopasso della ferrovia inagibile, le seguenti vie, seppur allagate, sono percorribili a bassa velocità:- via Arzerini, Canton, Canalette. A Solesino, le seguenti vie, seppur allagate, sono percorribili a bassissima velocità: via Emilia, Ceresara, Carpanedo, Spin. A Villa Estense strade comunali allagate e chiuse al traffico: via Arboncelli, Fornasette di Sopra e di Sotto, via Ancarani, Arzarini, Marzare, via Stradone Valgrande, mentre sulla sp 41 per 200 metri di strada deviato il traffico su parallela via Fermi, mentre in sp 15 per Vighizzolo senso unico alternato causa vari cedimenti di banchina. A Stanghella sottopasso della ferrovia, in via Gorzone Superiore in fase di prosciugamento, ancora però inagibile. A Granze sottopasso della ferrovia in via Stavellon allagato e via Albareo allagata ma percorribile con mezzi ‘’fuoristrada’’. A Carceri via Chiesa allagata e chiusa al traffico. A Ponso via Carrazzea allagata e chiusa al traffico, molte case ancora allagate, una signora anziana è stata soccorsa dai vigili del fuoco. A Stanghella due famiglie numerose sono state parzialmente evacuate, in quanto le abitazioni erano isolate da allagamento.

Le previsioni meteo dell'Arpav:

MERCOLEDÌ 30. Tempo instabile a tratti perturbato, con prevalenza di annuvolamenti alternati a parziali schiarite. Probabilità alta (75-100%) di fenomeni da sparsi a temporaneamente diffusi, con rovesci e locali temporali; probabili quantitativi localmente consistenti specie sulle zone centro-occidentali.

GIOVEDÌ 1. Fino al pomeriggio, tempo prevalentemente soleggiato ma con nuvolosità cumuliforme in aumento dalle ore centrali. Verso sera aumento della copertura nuvolosa a partire da ovest. Al mattino precipitazioni generalmente assenti. Dalle ore centrali probabilità bassa (5-25%) di qualche precipitazione a prevalente carattere di rovescio o locale temporale. Dalla serata aumento della probabilità di precipitazioni fino a medio-bassa (25-50%).

VENERDÌ 2. Tempo instabile con cielo in prevalenza molto nuvoloso salvo possibili parziali schiarite. Precipitazioni sparse, a tratti diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale. Possibile attenuazione dei fenomeni in serata a partire dalle zone settentrionali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SABATO 3. Tempo instabile con cielo molto nuvoloso e con qualche possibile parziale schiarita. Precipitazioni sparse, a tratti diffuse, anche a carattere di rovescio o locale temporale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tutto quello che c'è da sapere sul coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • I familiari non riescono a contattarla: 55enne rinvenuta cadavere in casa

  • Rientra e trova la compagna esanime: stroncata in casa da un malore fatale

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: altri anziani morti, a Padova 2,3 positivi ogni mille abitanti

  • Buoni spesa, nel pomeriggio inizia la consegna a casa a chi ne ha diritto

  • Coronavirus, arrivata a Padova la prima tranche di buoni spesa: ecco come ottenerli

Torna su
PadovaOggi è in caricamento